Isole campane Covid free, si accelera: dopo Procida tocca a Capri

Giovedì 29 Aprile 2021 di Annamaria Boniello, Massimo Zivelli
Isole campane Covid free, si accelera: dopo Procida tocca a Capri

Procida domani, Capri domenica, Ischia tra trenta giorni. La road map è chiara e renderà le isole Covid free in tempo per programmare la stagione turistica. La campagna di vaccinazione di massa prosegue senza intoppi. A Procida, dopo gli over 50 di mercoledì e la fascia 40-49 anni di ieri, oggi tocca ai 30-39 e domani ai più giovani, tra i 18 e i 29 anni. Anche Capri è in dirittura d’arrivo. L’isola azzurra sta per raggiungere il traguardo del 90% dei vaccinati, tra i residenti che si erano iscritti in piattaforma entro i primi di maggio. A Capri e Anacapri sono circa 500 i cittadini che ogni giorno si vaccinano nella tendostruttura San Costanzo di Palazzo a mare per il Comune di Capri e nella sala multimediale Mario Cacace per il Comune di Anacapri.  

Ieri sono stati 450 i vaccinati quarantenni nella sede di Capri, oggi tocca ai quarantenni anacapresi. Domani sarà la volta dei giovani inclusi nella fascia tra i 30 ed i 39 anni. Domenica l’ultima fase, che andrà avanti per alcuni giorni quando saranno chiamati i cittadini compresi tra i 16 ed i 29 anni. Si prosegue anche con la fase dei richiami sino ad esaurimento delle scorte delle tipologie di vaccino presenti. Ieri con l’ausilio dei sanitari dell’Asl Na 1 e dei volontari della Protezione Civile, sono stati somministrati Pfizer per i più giovani e Johnson per i residuali. Sino ad oggi tra Capri ed Anacapri si è vaccinato l’80% dei cittadini registrati in piattaforma

«Il piano vaccinale - spiega il sindaco di Anacapri Alessandro Scoppa - procede con rapidità ed efficienza il piano vaccinale nel nostro comune, grazie alla decisiva sinergia tra Regione Campania, Asl Na 1, volontari, Protezione Civile e amministrazioni locali». Domenica potrebbe essere la data definitiva per chiudere la prima fase di vaccinazione di massa, così come previsto dal presidente della Regione Vincenzo De Luca, dall’Asl e dagli amministratori per le tre isole del golfo, ed allargare poi la fase vaccinale a tutti coloro che lavorano sull’isola e provengono dalla terraferma. Tutto ciò nell’ottica di tutelare la salute di abitanti, lavoratori ed operatori turistici ma anche per dare ai vacanzieri la tranquillità di poter prenotare il loro soggiorno in un luogo sicuro. Anche la categoria degli albergatori si è organizzata per accogliere i proprio ospiti in piena sicurezza attraverso il progetto «Safe hospitality» mentre il Comune, dichiara il sindaco di Capri Marino Lembo, «ha già messo in piedi una serie di controlli mirati alla tutela della salute pubblica e campagne di sensibilizzazione sul tema, così come gli spettacoli si terranno rigorosamente all’aperto. Sarà un’estate all’insegna del rispetto delle regole, sull’applicazione delle quali vigileremo costantemente. Con lo scopo prioritario di tutelare la salute pubblica nell’interesse della cittadinanza e dei turisti per poter consentire una ripresa economica». 

Video

Anche a Ischia è tutto pronto, Regione, Asl e Comuni marciano insieme per realizzare il piano sollecitato dall’Ancim. Francesco Del Deo, presidente nazionale dei Comuni delle isole minori e sindaco di Forio, conferma che la campagna comincerà quanto prima, non appena saranno disponibili le scorte di vaccino. «Aspettiamo che si concludano le operazioni a Procida, poi potremo partire anche a Ischia e credo che al massimo in quattro settimane riusciremo a chiudere» afferma Del Deo. L’isola d’Ischia conta complessivamente circa 70mila abitanti, 45mila dei quali sono in età vaccinabile e ad oggi sono state vaccinate circa 16mila persone tra categorie a rischio e fasce di età anziane.

«Procida - continua Del Deo - è più piccola e con 3.200 vaccini completa l’immunizzazione. Abbiamo convenuto quindi, di completare prima Procida, per poi concentrare tutte le unità vaccinali e mediche su Ischia. Esiste un clima di grande collaborazione perché il problema delle isole minori è uguale per tutti». Sull’isola verde sono due i centri vaccinali attivi: uno nel Comune di Ischia e l’altro a Forio. Attualmente sono in corso le vaccinazioni dei cittadini della fascia d’età tra i 50 e i 59 anni. «I due hub - aggiunge Del Deo - sono sufficienti ma cercheremo di allungare i turni, magari dalle 7 alle 21 e probabilmente per accelerare ancora di più verrà aperto anche un terzo hub». 

Ultimo aggiornamento: 30 Aprile, 18:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA