Isole senza turisti: appena 500 passeggeri sui traghetti nel Golfo

Mercoledì 3 Giugno 2020

«L'anno scorso, in questo periodo, le compagnie del Golfo di Napoli portavano 7-8 mila passeggeri al giorno, oggi portano 500 passeggeri. E questo perché da pochi giorni è ripreso il traffico passeggeri, poco tempo fa erano zero». Con queste parole, in un'audizione alla Commissione Industria del Senato, il presidente di Assarmatori, Stefano Messina, descrive la situazione dei traghetti italiani, «una crisi drammatica - dichiara- con un impatto sociale drammatico soprattutto nelle regioni del Sud».
 


Di qui l'appello dell'associazione di imprese armatoriali aderente a Conftrasporto a dare sostegno «a chi ha garantito continuità dei servizi marittimi di linea e ai marittimi italiani» e l'opposizione all'emendamento ispirato da Confitarma per permettere alle compagnie di navigazione che già godono delle agevolazioni introdotte con la legge 30/98 (istitutiva del Registro internazionale) di praticare anche rotte di cabotaggio nazionale. «Nel momento in cui ci dovessero essere risorse - dice Messina - ci sia la capacità di veicolarle nei confronti di società che oggettivamente sono radicate in Italia e collegano i porti nazionali, in maggior ragione se alcune sono servizi pubblici essenziali».

Ultimo aggiornamento: 17:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA