Napoli, scuola Madonna Assunta,
da lunedì refezione e tempo pieno

Giovedì 21 Novembre 2019 di Mariagiovanna Capone

Tre ulteriori collaboratori scolastici e finalmente all’Istituto comprensivo «Madonna Assunta» di Bagnoli possono iniziare refezione e tempo pieno. Un epilogo che mette la parola fine alle innumerevoli proteste dei genitori degli allievi della scuola, che ieri mattina nel corso del Consiglio d'istituto non hanno voluto sentire ragioni dalla dirigente Rosa Cassese occupando l’istituto, e che anche oggi sono scesi in piazza con striscioni e slogan sebbene fossero informati della situazione ormai risolta. 

LEGGI ANCHE Napoli, scuola Madonna Assunta senza tempo pieno e mensa: proteste

Il mancato avvio della refezione, e di conseguenza del tempo pieno, era dovuto al numero esiguo di collaboratori scolastici non in grado di sopperire alla mancata presenza di lavoratori della Manital, senza stipendio da diversi mesi. Nonostante la dirigente avesse mostrato le innumerevoli richieste inviate all’Ufficio scolastico regionale che avrebbe dovuto sopperire ai vuoti di organico utili a mantenere sicurezza e pulizia attraverso una deroga dei vincoli stabiliti dal Miur-Mef, e la proposta di recuperare le ore perdute a giugno, i genitori ieri hanno scelto la linea dura occupando l'istituto ed è stato necessario l’intervento della polizia.

LEGGI ANCHE Napoli, primo giorno di scuola con le voragini sul pavimento: la rivolta delle mamme

Questa mattina la comunicazione ufficiale dell’Usr della Campania che ha provveduto all’invio di tre ulteriori collaboratori scolastici in deroga che permetteranno l’avvio della refezione e quindi del tempo pieno già da lunedì 25 novembre.
Intanto, i genitori non si fermano e corre voce che alle 15 protesteranno davanti all’istituto Tecnico Industriale Augusto Righi di viale Kennedy, dove si terrà un incontro tra i dirigenti scolastici della Campania e la viceministra all’Istruzione, all’Università e alla Ricerca, Anna Ascani.

L’incontro, promosso dall’Assessorato all’Istruzione della Regione Campania, sarà l’occasione per una discussione larga e approfondita sul tema della sicurezza nella scuola. Oltre alla viceministra Ascani, parteciperanno anche il direttore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Campania Luisa Franzese, e l’assessore regionale all’Istruzione, Politiche giovanili e Politiche sociali Lucia Fortini. «Sarà un momento molto importante per condividere percorsi e sviluppare insieme strategie finalizzate al miglioramento della sicurezza nei nostri edifici scolastici – dice l’assessore Fortini – Su questo fronte la Regione Campania è già fortemente impegnata con progetti e investimenti specifici. Il confronto con la viceministra Ascani darà ancor più forza e concretezza a questo comune impegno».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA