«L'Amica geniale», la Municipalità: «Si giri la nuova serie al Rione Luzzatti»

Giovedì 27 Dicembre 2018 di Giuliana Covella
«L’Amica geniale», il consigliere della IV Municipalità Carmine Meloro lancia la petizione e scrive alla Rai, al regista Saverio Costanzo, al sindaco Luigi de Magistris, al presidente della Regione Vincenzo De Luca, al premier Giuseppe Conte, al vice premier Luigi Di Maio e al ministro per il Sud Barbara Lezzi con un cmessahggio chiaro e diretto: «Spostate le riprese della seconda serie nel vero Rione Luzzatti». «Un territorio desolato e abbandonato da anni che - con le nuove riprese televisive potrebbe diventare la nuova porta di ingresso turistico della città - dice Meloro -. Così si ridarebbe vita a un rione della zona industriale di 42mila metri quadrati che, ancora oggi, mantiene le sue caratteristiche di quartiere popolare alle porte di Napoli est». Promotore della singolare iniziativa, che si chiama «Rione Luzzatti, storia di una scrittrice: Elena Ferrante», è il consigliere in quota Dema alla IV Municipalità, che ha lanciato la raccolta firme sulla piattaforma change.org.

«Con la petizione si riaccenderebbero i riflettori su un’area abbandonata - dichiara Meloro - riportandola all’antico splendore con percorsi turistici e visite guidate. Pertanto ho inviato una richiesta scritta ai diretti interessati, invitandoli a realizzare le riprese della nuova serie nel nostro quartiere tra Gianturco, Poggioreale e Rione Luzzatti, dove pare che la scrittrice  (o scrittore) misteriosa sia nata o almeno cresciuta». Secondo il consigliere municipale, «è uno sperpero di denaro investire in una zona diversa dalla vera location dove è ambientata la storia di Lila e Lenù». «A Marcianise - prosegue - si è dovuto ricostruire il set in modo fittizio per girare la fiction, investendo risorse economiche che avrebbero potuto invece essere investite nel nostro rione. Invito pertanto - conclude Meloro - gli autori e i registi della serie televisiva a venire sui nostri territori, divenuti oramai luogo di abbandono e degrado. Mentre sarebbe appunto preferibile allestire il nuovo set proprio in questa zona, che ne beneficerebbe anche con l’arrivo di tanti turisti che già arrivano al Rione Luzzatti per vedere i luoghi descritti da Elena Ferrante ne “L’Amica geniale”». © RIPRODUZIONE RISERVATA