Ad Afragola rassegna teatrale in un ex fortino della camorra

Mercoledì 6 Settembre 2017 di Antonella Ambrosio
Teatro deconfiscato, afragola

Qualsiasi messaggio contro la mafia, e i suoi poteri occulti, è sempre degno di nota. Se diventa poi una forma d'arte, rivolta a sensibilizzare meglio segnare l'appuntamento in agenda e essere presneti. E allora dal 7 settembre spazio a "Teatro Deconfiscato", la rassegna di teatro civile ideata e diretta dal drammaturgo e regista Giovanni Meola.

Appuntamento alla Masseria Ferraioli ad Afragola, bene confiscato alla camorra, assegnato da alcuni mesi al Consorzio Terzo Settore e intitolato ad Antonio Esposito Ferraioli, giovane sindacalista di Pagani e vittima innocente di camorra. L'evento ad ingresso gratuito (con obbligo di prenotazione) alla sua seconda edizione, proporrà spettacoli teatrali seguiti da incontri incentrati sul tema della legalità. La rassegna partirà con "Il Sulfamidico", scritto e diretto da Giovanni Meola con Enrico Ottaviano, che affronterà il tema dei diritti umani e che vanta il patrocinio di Amnesty International e dell’ambasciata argentina in Italia, oltre che vincitore di premi di drammaturgia.

L'incontro sarà invece con il magistrato Catello Maresca (autore del libro “Male capitale” sul clan dei Casalesi), intervistato da Giuseppe Crimaldi. L'11 settembre in scena "Albania casa mia", storia d’immigrazione, di e con Alexandros Memetaj, per la regia di Giampiero Rappa. Lo spettacolo sarà preceduto dall'ospite Claudio Fava, vice presidente della Commissione antimafia, giornalista, politico, deputato, scrittore, sceneggiatore. Chiuderà la rassegna, il 14 settembre, "Dita di dama", una storia di emancipazione femminile, adattata e diretta da Laura Pozone (anche protagonista) e Massimiliano Loizi, tratta dall'omonimo libro di Chiara Ingrao. L'ospite della serata sarà la giornalista Luisella Costamagna. In caso di maltempo , l’evento sarà spostato al Teatro Gelsomino, in Via Don Bosco ad Agragola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA