«La Panda resta a Pomigliano
ma dal 2019 andrà altrove»

ARTICOLI CORRELATI
  • 202
«La Panda andrà altrove, ma non ora, intorno al 2019-2020». Così l'ad di Fca, Sergio Marchionne, ha risposto ai giornalisti in merito alle indiscrezioni sullo spostamento della produzione della Panda in Polonia. «Lo stabilimento di Pomigliano - ha aggiunto - può fare auto piu complicate». Mentre l'«Alfa Romeo ha un grande futuro. Siamo contenti di quanto fatto tecnicamente con la piattaforma con Giulia e Stelvio. Mi aspetto grandi cose dal marchio».

«Sarà un modello Maserati o Alfa Romeo quello che arriverà a Pomigliano (per rimpiazzare la Panda ndr). Abbiamo investito molto nello stabilimento ed è evidente che ha delle prospettive». Così ha risposto l'a.d. di Fca, Sergio Marchionne, rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano quale sarà il nuovo modello che verrà costruito nel sito campano e per il quale i sindacati chiedono rassicurazioni. Marchionne ha poi indicato che tra i modelli previsti dal piano industriale figurano anche due Suv, uno sopra e uno sotto lo Stelvio, con il più grande previsto per Mirafiori e il più piccolo per Pomigliano.

Rispondendo alle domande dei giornalisti parlando al Salone dell'Auto di Ginevra, Marchionne ha detto: «Finalmente le prime Stelvio arriveranno in America nel secondo trimestre di quest'anno. È stato un grande sforzo rilanciare Alfa, i primi risultati nel 2019 arriveranno, non li vedrò nemmeno io. Adesso bisogno dargli spazio e completare la gamma».
L'ad ha aggiunto: «Non chiudo mai nessuna porta, impossibile chiudere la porta con Gm perché non si è mai aperta. Ho bussato e non ho avuto risposta. Potrei bussare di nuovo o bussare ad altre porte. Se utile per il business lo farei».
 
Martedì 7 Marzo 2017, 11:50 - Ultimo aggiornamento: 8 Marzo, 08:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP