Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Lago d'Averno, violato il Tempio di Apollo: sesso tra le antiche rovine

Lunedì 2 Novembre 2020 di Antonio Cangiano
Lago d'Averno, violato il tempio di Apollo: sesso tra le antiche rovine

Preservativi, fazzoletti e cartacce tra le antiche rovine romane. È la triste istantanea circa l'interno del c.d.Tempio di Apollo, sulle sponde del Lago d'Averno, nei Campi Flegrei.

LEGGI ANCHE Dipendente positivo al Covid-19, chiuso l'Anfiteatro Flavio di Pozzuoli

L'area archeologica, sebbene protetta da una recinzione, in parte divelta, da qualche tempo è diventata il luogo preferito di chi è in cerca di intimità, in particolare durante le ore notturne.

A testimonianza degli incontri consumati, al riparo tra le antiche mura, numerosi preservativi lasciati sul posto.

 

A discapito della sua vocazione culturale-naturalistica, il Lago d'Averno figura anche su TripAdvisor come luogo di incontri.

Emblematica la recensione di Miskyn, un utente della piattaforma di viaggi più grandi al mondo, che scrive: «Sex in the lake. Il lago d'Averno,  per i ragazzi della zona, è sicuramente più famoso come luogo per appartarsi e fare le “cose zozze” che per il reale valore storico-culturale che ha!!! Chi non ha trascorso almeno una sera intorno al lago, in coppia, al buio e al cantar delle cicale, alzi la mano».

Ultimo aggiornamento: 18:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA