Legata, bendata e imbavagliata: anziana uccisa a Napoli dai rapinatori

di Maria Pirro

3
  • 678
Hanno messo a soqquadro l’appartamento al terzo piano, hanno preso gioielli e denaro nella cassetta di sicurezza. Ma hanno anche picchiato l’anziana e, con scotch e fascette, l’hanno bendata e imbavagliata. È questo il film dell’aggressione sfociata ieri nell’omicidio di Stefanina Fragliasso, casalinga napoletana di 76 anni, madre di quattro figli, trovata morta sul letto della casa in via Santa Lucia Filippini 176, a Gianturco, periferia industriale della città, dove la donna abitava con il marito.
 

Alle 11.25 il coniuge, Salvatore Russo, ha aperto la porta con le chiavi, senza segni di effrazione: è entrato assieme all’ultimogenito Gennaro che, per primo, ha visto in faccia l’orrore, ha urlato e ha abbracciato quel corpo massacrato. Ora si dispera: «Povera mamma mia, che cosa ti hanno fatto», piange il quarantenne sul pianerottolo, invocando giustizia. Ma c’è anche altro che tormenta quest’uomo distrutto dal dolore: alle 10.30 Gennaro Russo ha sentito strillare nello stabile, e ha avuto la sensazione che proprio sua madre avesse chiesto aiuto. «Era in macchina con me, all’altezza di quella Madonnina, sotto il palazzo: se fossimo rientrati avremmo potuto sorprendere sul posto i rapinatori», aggiunge Salvatore, sentito dagli inquirenti nel salotto dell’appartamento accanto al suo, trasformato in centrale operativa per dare immediatamente il via alla caccia agli assassini. 
 
 

Le indagini puntano innanzitutto a chiarire quanto accaduto nel giro di 90 minuti. Alle 10.30 il commerciante è infatti andato a fare rifornimento di gas con l’auto e, lungo il tragitto, ha provato con insistenza a chiamare la moglie, sia sul telefonino che sul numero fisso. 

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Lunedì 25 Marzo 2019, 23:00 - Ultimo aggiornamento: 26 Marzo, 20:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2019-03-26 11:59:45
In assoluto non vedo perchè parlare, giudicare o condannare con il concetto del fare di tutta l'erba un fascio. Nello specifico, questo nipote PM, ha sempre fatto tantissimo contro il malessere napoletano, fatto in silenzio e con grande dedizione e professionalità. Non certo perchè si tratta della cugina, ma farà, se glielo consentiranno, il suo lavoro come sempre, e come sempre farà in modo che verrà punito chi ha sbagliato.
2019-03-26 09:25:30
Bene, adesso vediamo il nipote PM come si comporterà in futuro con chi delinque; mica come quei magistrati che emettono sentenze assolutorie ai reo confessi!!!
2019-03-26 07:56:05
Che meravigliosa città,Napoli. Non si fa mancare nulla,ma proprio nulla.

QUICKMAP