Legionella, chiuso b&b in Costiera
È il secondo caso in due settimane

Venerdì 22 Dicembre 2017 di Ciriaco M. Viggiano
Legionella, chiuso b&b in Costiera È il secondo caso in due settimane

SANT'AGNELLO - Scatta la chiusura per la casa di accoglienza religiosa Domus San Vincenzo. A disporla è il sindaco Piergiorgio Sagristani. Il motivo? Nella struttura è stato isolato il batterio della legionella, responsabile di una pericolosa infezione che colpisce l'apparato respiratorio. Non si tratta del primo caso: il 5 dicembre scorso è stato il primo cittadino di Sorrento a ordinare lo stop all'attività in tre stanze dell'hotel Johanna Park.

Alla base del provvedimento di Sagristani ci sono i test effettuati dall'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente (Arpac). In sei degli otto campioni prelevati nella struttura ricettiva santanellese, infatti, gli esperti hanno riscontrato una «concentrazione elevatissima» di Legionella pneumophila. La circostanza ha poi spinto l'Asl Napoli 3 Sud a sollecitare l'intervento del sindaco. Stando alle prime ricostruzioni, il batterio si sarebbe diffuso attraverso la rete idrica.

La Domus San Vincenzo, attualmente priva di ospiti, resterà chiusa fino a quando le analisi non avranno escluso la presenza di livelli esorbitanti di legionella. Nel frattempo le suore dell'apostolato cattolico, congregazione che gestisce la struttura, dovranno effettuare la bonifica ambientale dell'intero stabile. Di una vicenda simile è stato protagonista, due settimane fa, l'hotel Johanna Park: anche il quel caso l'Arpac ha rilevato una quantità eccessiva di Legionella pneumophila in sole tre stanze delle quali il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, ha successivamente disposto la chiusura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA