Lite in struttura che ospita migranti: muore 27enne accoltellato

di Francesco Gravetti

  • 602
È stato accoltellato dopo una lite nella struttura per migranti che lo ospitava. Un nigeriano di 27 anni è morto ieri a Terzigno, in circostanze ancora da chiarire. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, il giovane ha avuto un diverbio con un altro migrante che ha tirato fuori un coltello colpendolo più volte all’addome. L’uomo si è accasciato ed ha perso conoscenza subito. Immediatamente sono scattati i soccorsi ma non c’è stato nulla da fare. Il ventisettenne è stato portato prima in ospedale a Boscotrecase e da lì al Policlinico di Napoli dove è morto. Tuttora la salma è a disposizione dell’autorità giudiziaria.

A dare l’allarme sono stati proprio gli amici del nigeriano, molti dei quali presumibilmente hanno assistito alla lite. È proprio su di loro che si concentrano le attenzioni delle forze dell’ordine. I carabinieri sono entrati nella struttura di via Zabatta, a Terzigno, qualche minuto dopo l’accoltellamento, chiamati anche dal proprietario del centro. Hanno interrogato per tutta la notte i presenti nella struttura ed hanno provato a ricostruire la dinamica dell’accaduto. È probabile che nelle prossime ore possano esserci sviluppi riguardo l’identità dell’assassino. La struttura di Terzigno, Villa Angela, è una delle più grandi della provincia di Napoli.
Martedì 18 Luglio 2017, 22:55 - Ultimo aggiornamento: 19 Luglio, 14:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP