Il ministro Lorenzin e la carenza di sangue in Campania: «Colpa del mancato accreditamento»

«In Campania c'è stata una carenza cronica di sangue dovuta anche al mancato accreditamento delle strutture che dovevano lavorare il sangue. Ce ne siamo occupati moltissimo e abbiamo aiutato la struttura commissariale per passare alla fase di accreditamento che mi risulta essere stata completata e dovrebbe entrare maggiormente a regime». Così si è espressa il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, in relazione alla carenza di sangue che si è registrata negli ospedali campani.

A margine degli Stati generali della Croce Rossa Italiana, Lorenzin ha sottolineato che per la raccolta «è molto importante lavorare anche sui centri periferici». «Non a caso ho voluto fortemente che la Croce Rossa Italiana mantenesse questo suo ruolo anche nella raccolta del sangue. Dobbiamo ingaggiare campagne che non sono solo sanitarie, ma sono dei Comuni, dei sindaci, del volontariato e della società civile per dire alle persone: donate il sangue perché è un atto di grandissima civiltà, di grandissima umanità»
Sabato 25 Novembre 2017, 14:39 - Ultimo aggiornamento: 25-11-2017 14:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP