Lucrino, rifatta la stazione della Cumana: ora è protetta dalle telecamere

Domenica 21 Luglio 2019 di Pasquale Guardascione
La stazione di Lucrino della Ferrovia Cumana si rifà il look. Coperto dopo anni il murales disegnato dai writers che c'era sul muro dell'immobile della storica fermata. «Stiamo facendo con il tempo una rimessa a nuovo di tantissime stazioni - spiega Umberto De Gregorio, presidente dell'Eav - e siamo arrivati già a 30 finora. Questa di Lucrino era davvero molto fatiscente e l'abbiamo riqualificata partendo dall'intonaco sia all'interno che all'esterno. E' stata anche abbellita con pensiline, nuove panchine per sedersi e nei prossimi giorni sarà installato anche un sistema di video sorveglianza per avere un controllo completo di tutta l'area».
 
Un lavoro durato diverse settimane anche con lavori nel corso della notte per poter in questo modo diminuire il più possibile il disagio ai tanti pendolari. Lavori che hanno interessato anche la sostituzione della pavimentazione sulla banchina del binario uno e la posa in opera della pensilina sul binario due.

Discorso a parte meritano, invece, le telecamere che saranno installate a breve. Una novità per la fermata di Lucrino e sono tra l'altro molto importanti soprattutto nei periodi estivi quando la stazione è letteralmente presa d'assalto dai vacanzieri che dal centro di Napoli arrivano per poi passare la giornata sui lidi balneari presenti nelle vicinanze. Negli anni, infatti, la stazione è stata spesso bersaglio dei vandali che diverse volte hanno anche rotto le panchine esterne o frantumato i vetri delle porte o addirittura rotto i totem con orari e indicazioni per gli utenti. Mentre, alcuni mesi fa furono addirittura rubati tutti i tombini di ghisa nella discesa e nel sottopasso della stazione. Proprio per questo motivo l'Eav ha disposto in questo periodo estivo un servizio di sicurezza straordinario in diverse stazioni sia della Cumana che della Circumflegrea tra cui oltre a Lucrino, anche Torregaveta, Pozzuoli, Fuorigrotta e Soccavo. Poche settimane fa è stata, invece, riqualificata anche la stazione di Cuma che consente di arrivare agli scavi archeologici che ad inizio maggio fu oggetto di un vero e proprio raid da parte di ladri. Furono rubate le porte in ferro, dei macchinari agricoli e altro materiale. Un restyling in tempi da record che ha consentito di non far rinviare la ripartenza del Cuma Express. «Le prossime stazioni che saranno oggetto di riqualificazione saranno quelle della Circumvesuviana»- ha concluso il presidente De Gregorio».
  © RIPRODUZIONE RISERVATA