CORONAVIRUS

Lumini e manifesti a lutto: la protesta
di un pasticciere vesuviano

Mercoledì 4 Novembre 2020 di Francesco Gravetti
Lumini e manifesti a lutto: la protesta di un pasticciere vesuviano

Lumini sui tavolini del bar e manifesti a lutto: «E’ venuto a mancare il commercio». Così Carmine Carotenuto, titolare del bar pasticceria Royal a Somma Vesuviana, ha deciso di protestare dopo la decisione del governo Conte di chiudere i bar e gli esercizi di ristorazione. Carotenuto già da tempo porta avanti una battaglia contro la scelta di imporre serrate ai commercianti: ha riunito un gruppi di colleghi ed ha messo in scena diverse proteste.

LEGGI ANCHE Ucciso a coltellate a Casalnuovo, i carabinieri sul luogo del delitto

Ora la provocazione, ma Carmine sottolinea: «Ringrazio i medici e gli infermieri, che stanno facendo di tutto per salvare vite umane e curarci. Purtroppo mentre loro si impegnano, l’economia è in ginocchio perché nessuno ha pensato a trovare il modo di farci continuare a lavorare. È una vergogna, di questo passo in tanti saranno costretti a chiudere»

© RIPRODUZIONE RISERVATA