Morto Alfio Fabris, addio al professore di Mugnano: «Scoprì un complesso archeologico»

Domenica 20 Settembre 2020 di Ferdinando Bocchetti

Il mondo dell'archeologia piange la morte del professor Alfio Fabris (nella foto a sinistra), scomparso nella tarda serata di ieri all'età di 85 anni. Fabris, molto noto nell'area a nord di Napoli, ha legato il suo nome alla valorizzazione del patrimonio archeologico e artistico della città di Mugnano, comune in cui è vissuto fino all'avvenuto decesso. Docente di Disegno e Storia dell'Arte, è stato autore - insieme con il figlio Davide - di un'importante scoperta: un complesso archeologico in contrada Paparelle, a Mugnano, nel 1998.

LEGGI ANCHE Covid nel centro di accoglienza: positivi quattro stranieri a Palinuro

Nel corso degli scavi per la costruzione della scuola media "Filippo Illuminato" furono rinvenute circa sessanta sepolture, tombe in blocchi di tufo o a "cassa" e altre "alla cappuccina". Il 3 aprile del 1998 vennero alla luce fondamenta in muratura. L'intero scavo sembra risalire alla prima età ellenistica. Per anni il professor Fabris si è battuto per la realizzazione (non ancora ultimata) di un museo ipogeo. 

 

Ultimo aggiornamento: 11:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA