Bomba d'acqua su Napoli: una cascata scende dal viadotto di Poggioreale

Lunedì 12 Ottobre 2020 di Antonio Folle

Non hanno fatto nemmeno in tempo a placarsi le preoccupazioni - e le polemiche - per i numerosissimi allagamenti causati dal temporale che ieri ha messo a soqquadro gran parte della città e già scatta un nuovo allarme. Stamattina poco dopo le 11 un violento nubifragio ha spazzato la città, causando ancora una volta i consueti allagamenti e le ancora più consuete polemiche sull'inefficienza dell'intero sistema fognario cittadino. A Poggioreale è scattato l'allarme quando, pochi minuti dopo l'inizio delle piogge, dal viadotto che collega la Tangenziale di Napoli con la SS 162 in direzione paesi vesuviani una vera e propria cascata d'acqua ha investito le auto e gli edifici sottostanti.

 

Una copiosissima perdita che ha tenuto - e continua a tenere - in apprensione l'intero quartiere. I cittadini hanno allertato i vigili del fuoco e hanno richiesto l'urgente verifica della staticità del viadotto. Non è la prima volta che il viadotto della SS.162 finisce nel mirino delle critiche per le vistose infiltrazioni che causano allagamenti nell'area sottostante. Evidenti difetti di progettazione, uniti ad un probabile sottodimensionamento degli impianti di captazione delle acque meteoriche, sono causa di continui accumuli d'acqua che impiegano anche diverse decine di minuti per essere smaltiti. 

«Ormai è sempre la stessa storia - denuncia il consigliere della IV Municipalità Carmine Meloro - dicono che hanno fatto controlli e sopralluoghi ma, poi, quando piove ci troviamo sempre nella stessa situazione. Ci sono delle grosse crepe e lo abbiamo già denunciato più volte. Tecnicamente in quel punto l'acqua non dovrebbe accumularsi - prosegue - ma invece si accumula e precipita giù, causando disagi e paura. Un problema che si verifica in molti punti del viadotto. Le autorità competenti dopo i sopralluoghi seguiti al crollo del ponte Morandi non ci hanno mai fornito la documentazione ufficiale sui risultati di quei controlli. Riteniamo che sia un fatto di una gravità inaudita e insieme al consigliere Rosario Palumbo abbiamo chiesto d'urgenza l'accesso agli atti per poter far conoscere finalmente la verità ai cittadini». 

Video

Problemi simili a quelli denunciati a Poggioreale si registrano anche a via De Roberto, con pesanti cascate d'acqua che crollano al suolo. Anche qui le ultime verifiche statiche - risalenti ad agosto 2018 - non hanno riscontrato alcun problema per la tenuta del viadotto. A luglio 2020, inoltre, la Città Metropolitana ha stanziato lavori per un milione e 250mila euro - divisi tra quattro grandi assi viari a scorrimento veloce, tra cui proprio la SS 162 - per il rifacimento della pavimentazione stradale, della segnaletica orizzontale e il potenziamento delle opere di allontanamento delle acque meteoriche. Lavori che, specie in previsione dell'inverno, si rendono quantomai necessari per la sicurezza della circolazione.  

Ultimo aggiornamento: 19:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA