Napoli: vento forte e mare agitato, stop ai collegamenti con le isole. Danni e strade chiuse, rogo a Pozzuoli

ARTICOLI CORRELATI
  • 181
Maltempo e fortissime raffiche di vento, la Campania è in ginocchio. Alberi caduti, danni e feriti un po' in tutta la regione. 
 

FERITI A SAN SEBASTIANO
Nel Vesuviano un  albero si è abbattuto su auto in transito a San Sebastiano: madre e figlio sono rimasti lievemente feriti, ma poteva andare molto peggio. La vettura stava transitando lungo via Figliola in direzione San Giorgio a Cremano, quando un albero lungo il viale si è abbattuto sulla vettura questa mattina poco dopo le 8.30. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della locale stazione ed i soccorsi del 118, i quali dopo un primo intervento sul posto - il ragazzo, 19 anni, ha riportato delle lievi escoriazioni mentre la donna, 41,una ferita alla testa - sono stati trasportati all'ospedale per eseguire ulteriori esami. 

COLLISIONE NEL GOLFO E INCHIESTA
Per il maltempo sono sospese le corse veloci e anche molte corse dei traghetti nel golfo di Napoli a causa del forte vento che rende il mare molto agitato e che sta causando mareggiate lungo le cose di Ischia e di Capri. Quasi tutti i collegamenti marittimi con Ischia e Procida sono stati interrotti. E un incidente tra due navi è avvenuto nel porto di Ischia a causa del forte vento. La motonave «Don Peppino», della Gestur, che era in fase di attracco con grande difficoltà a causa delle avverse condizioni marine, ha impattato contro la prua della motonave «Benito Buono» della Compagnia «Medmar». La motonave «Benito Buono» ha riportato leggeri danni. Non vi sono stati feriti. La motonave «Don Peppino» impossibilitata ad attraccare per il vento è ripartita alla volta di Pozzuoli senza effettuare lo scalo nel porto di Ischia. La Guardia Costiera ha avviato un'inchiesta sommaria sull'incidente. La Don Peppino, durante la manovra di ormeggio, ha urtato la prua della Benito Buono ormeggiata presso la banchina Redentore. Dopo la collisione, la motonave Don Peppino, considerate le difficoltà di portare a termine la manovra di ormeggio, è uscita dal porto per fare rientro a Pozzuoli, dove si trova attualmente ormeggiata. La collisione non ha causato danni a persone mentre sono stati verificati dei danni alla sovrastruttura delle due unità. La Guardia Costiera di Ischia, presente sul posto al momento dell'incidente, ha disposto gli accertamenti tecnici di sicurezza alle due navi prima che le stesse vengano nuovamente impiegate nei servizi di collegamento marittimo. Contemporaneamente, il personale della Guardia Costiera ha acquisito i filmati e la documentazione inerente l'evento e ha avviato l'inchiesta sommaria relativa al sinistro.
 
 

DANNI A LACCO AMENO
Danni a strutture e imbarcazioni nel porto di Lacco Ameno. La Guardia Costiera di Ischia ha accertato danni alle strutture portuali (pontili galleggianti), e ad alcune delle imbarcazioni ormeggiate. Personale della Guardia Costiera e della Polizia municipale di Lacco Ameno ha fatto evacuare per motivi di sicurezza alcune persone presenti sui pontili e sono stati posti dei segnali di divieto di accesso all'area Ulteriori accertamenti in merito ai danni saranno effettuati non appena le condizioni meteomarine consentiranno di accedere all'area senza rischi per il personale. Considerato lo stato di allerta meteo, fanno sapere dalla Guardia Costiera di Ischia, sono in corso sopralluoghi anche in altre zone costiere dell'isola, soprattutto quelle maggiormente colpite dai venti provenienti da nord-est.

GELO E NEVICATE
Fiocchi di neve si sono verificati nella zona collinare della città di Napoli e a Pozzuoli. In Campania, le scuole sono chiuse per decisione dei sindaci a Napoli, Benevento, ed in diversi comuni dell'area Vesuviana e del Salernitano. Al momento non si segnalano danni di rilievo, ma il centralino dei vigili del fuoco di Napoli ha ricevuto numerose chiamata per caduta di intonaci e pezzi di cornicione. La Protezione Civile della Regione Campania ha prorogato l'allerta meteo fino alle 24 di domenica. Le previsioni sono di forti venti nordorientali, mare agitato al largo e lungo le coste esposte. Sono possibile mareggiate. Il vento soffia a Napoli con una velocità tra i 40 ed i 60 km all'ora e fino a 70 km sulle montagne e nelle zone interne della regione. 
 


A NAPOLI STRAGE DI ALBERI
Danni per caduta di alberi si sono avuti a causa delle forti raffiche di vento a Napoli nella zona di Viale Colli Aminei, a Miano, in via Provinciale delle Brecce, alla Discesa Coroglio ed a Bagnoli. Nell'area mercatale di via Ausilio ed in Piazza Dante si sono avute cadute di calcinacci dai fabbricati. Antenne pericolanti in Via Acquaviva e via Sant' Alfonso dei liguori. Un albero a basso fusto è caduto su auto in sosta in via Sibilia a Bagnoli. È stato chiuso vico Duchesca per la caduta di vetri. Un tabellone pubblicitario è crollato a causa del vento sul tetto del deposito autobus al Corso Arnaldo Lucci. Alcune recinzioni sono state abbattute in via Marina. Una persona anziana è stata sfiorata dalla caduta di un albero mentre circolava in auto in via Miranda, nel quartiere Ponticelli ed è stata trasportata precauzionalmente in ospedale.

STOP AL CARDARELLI
A causa del forte vento, per motivi precauzionali, a partire dalle 14.00 la circolazione veicolare all'interno dell'ospedale è stata interdetta con la sola eccezione dei mezzi tecnici e di soccorso. «Si tratta - spiega il manager Anna Iervolino - solo di precauzioni, che sono però indispensabili in presenza di condizioni meteo eccezionali». L'ufficio tecnico e le squadre di manutenzione del Cardarelli sono al lavoro per prevenire possibili disservizi. 

«RESTATE A CASA»
Il Comune di Napoli - dove un Comitato operativo è riunito in permanenza con il sindaco De Magistris e l'assessore Clemente - ha rinnovato l'invito alla popolazione a limitare gli spostamenti ai casi «strettamente necessari». La Protezione Civile del Comune e la Polizia Locale, con il personale del Verde pubblico, le squadre tecniche della « Napoli Servizi», di Anm, di Citelum e dei gruppi volontari di Protezione Civile, stanno presidiando le zone più colpite ed i cimiteri di Pianura, Soccavo e Secondigliano. Nell'area mercatale di via Ausilio ed in Piazza Dante si sono avute cadute di calcinacci dai fabbricati. Antenne pericolanti sono segnalate in Via Acquaviva e via Sant Alfonso dei Liguori. Un albero a basso fusto è caduto su un' auto in sosta in via Sibilia, a Bagnoli. Vico Duchesca è stato chiuso per la caduta di vetri. Un tabellone pubblicitario è crollato a causa del vento sul tetto del deposito bus Garibaldi Corso Arnaldo Lucci. Alcune recinzioni abbattute in via Marina. Una persona anziana è stata sfiorata dalla caduta di un albero mentre circolava in auto in via Miranda a Ponticelli ed è stata trasportata precauzionalmente in ospedale per alcuni controlli. 
 

LA CONTA DEI DANNI A NAPOLI
La Protezione Civile del Comune e la Polizia Locale, con il personale del Verde pubblico, delle squadre tecniche della Napoli Servizi, di Anm, di Citelum e dei gruppi volontari di Protezione Civile, sono da ore a presidiare le zone più colpite: si registrano cadute di alberi ai Colli Aminei, Miano, via provinciale delle Brecce, discesa Coroglio, Bagnoli e  nei cimiteri di Pianura, Soccavo e Secondigliano. Nell’area mercatale di via Ausilio ci sono cadute di calcinacci dai fabbricati, come in Piazza Dante. Antenne pericolanti in Via Acquaviva e via Sant Alfonso dei liguori. Un albero a basso fusto è caduto su auto in sosta in via Sibilia a Bagnoli ed è chiuso vico Duchesca per caduta vetri. Un tabellone pubblicitario è crollato a causa del vento sul tetto del deposito bus Garibaldi Corso Arnaldo Lucci. Alcune recinzioni abbattute in via Marina. Una persona anziana è stata sfiorata dalla caduta di un albero mentre circolava in auto in via Miranda a Ponticelli ed è stata trasportata precauzionalmente in ospedale per alcuni controlli.
Si segue una serie di criticità registrate in viale Traiano, viale Colli Aminei, Via Nicolardi e Via Morelli,  come in Via Manzoni, lato via Caravaggio dove è caduto un grosso albero. Al Vomero si sono registrati danni per caduta alberi in via Pietro Castellino e viale Michelangelo e per un cartellone pubblicitario in via Belvedere, oltre al distacco di un pezzo di cornicione da uno stabile in via Luca Giordano e di una ringhiera da un terrazzo privato via Guido de Ruggieri.Difficoltà anche nei cimiteri cittadini sia centrali che periferici per la caduta di alberi e rami.

DE MAGISTRIS ANNULLA GLI IMPEGNI
Il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha annullato i suoi impegni in Spagna di domenica e lunedì per continuare a  seguire da vicino la situazione dell’allerta meteO. Il primo cittadino era atteso domani a Barcellona dove avrebbe tenuto una conferenza- seminario su “Napoli la città dei beni comuni “presso l’istituto italiano di cultura della città catalana. Lunedì 25 il Sindaco  de Magistris, dopo un incontro con la prima cittadina di Madrid Manuela Carmena, avrebbe preso parte al dibattito presso l’Università madrilena “pensar Italia para  pensar Europa “.

INCENDIO A POZZUOLI
Un incendio è scoppiato nell' oasi di naturalistica di Monte Nuovo, a Pozzuoli. Le fiamme sono alimentate dal forte vento e potrebbero arrivare a minacciare abitazioni civili. La Protezione civile della Regione Campania ha chiesto l' intervento di due «Canadair». Da terra sono al lavoro Vigili del Fuoco, personale della Protezione civile e volontari del Wwf. 

CRITICITA' NEI CAMPI FLEGREI
Lungo la strada statale 7 Quater 'Via Domitiana' è provvisoriamente chiusa la carreggiata in direzione Roma in corrispondenza del km 31,100 a Castel Volturno, a causa della caduta di un albero lungo la strada. Il personale di Anas e delle Forze dell'Ordine è presente sul posto per gestire la viabilità e, si legge in una nota, ripristinare la normale circolazione nel più breve tempo possibile. A Pozzuoli, dove il sindaco per precauzione in mattinata aveva chiuso il civico cimitero e le aree pubbliche, si registrano cadute di alberi di alto fusto ad Arco Felice in via Europa Unita, dove la strada è stata chiusa al traffico, in via Campana, in via Artiaco, dove in un parcheggio pubblico il crollo di un albero di un parco privato ha coinvolto tre auto in sosta. Non si registrano per fortuna danni a persone. Altre criticità sono segnalate a Monterusciello e a Baia, con il crollo di un albero a pochi passi da auto in transito. A Monte di Procida via Panoramica è stata chiusa al traffico per il crollo di un pino secolare che si è posto di traverso sulla carreggiata. In azione squadre di Vigili del Fuoco e degli uffici manutenzione giardini dei comuni flegrei. Notevoli criticità per le forti raffiche di vento anche a Quarto. Divelti numerosi tetti di mansarde con il pericolo notevole causato dalle tegole e lamiere trasportate dal vento. Abbattuti dalle intense folate di vento numerosi tabelloni pubblicitari. Anche qui al momento si registrano solo danni a cose. Non sono coinvolte persone. Altri alberi sono caduti a Castellamare di Stabia ed a Villaricca, in via Bologna, ed in via Madonna del Pantano, a Giugliano. Rami pericolanti sono stati segnalati ai Vigili del Fuoco - che hanno da questa mattina problemi di funzionamento delle linee telefoniche e di trasmissione dati - a Pollena Trocchia, in via Fusco. A Napoli, in via Poggioreale, un semaforo è pericolante. Anche in questo caso è stato richiesto l'intervento dei Vigili del Fuoco. 

CADE CONDUTTORE DI LINEA ELETTRICA
Da Terna fanno sapere che in condizioni meteo particolarmente perturbate, fortissime raffiche di vento hanno provocato il danneggiamento e la caduta di un conduttore della linea elettrica Giugliano-Astroni-Carinola. Non si sono verificati danni a persone o cose e i tecnici di Terna sono prontamente intervenuti per rimuovere il conduttore.

DISAGI SULLA RETE FERROVIARIA
Ritardi e disagi sulla circolazione ferroviaria in gran parte d'Italia a causa del maltempo che si sta abbattendo sul Paese. Colpita in particolare la Campania, sia sulle linee locali che sull'Alta Velocità. Per un guasto tecnico nei pressi di Caserta, si sono registrati ritardi fino anche a 2 ore sulla Roma- Napoli, mentre due treni regionali sono stati cancellati. Il traffico è ora in lenta ripresa. Disagi anche sulla Napoli-Battipaglia, Salerno-Nocera Inferiore, Napoli-Formia e Villa Literno- Napoli. Guasto tecnico e ritardi fino ad un'ora anche sulla Napoli-Salerno, sia Alta Velocità che convenzionale. In mattinata un guasto elettrico alla linea elettrica di alimentazione dei treni ha causato la sospensione del traffico ferroviario alla stazione di Trieste, poi ripreso circa un'ora dopo. Problemi anche sulla Venezia-Trieste, sulla Palermo-Messina e sulla Roccasecca-Avezzano, in Abruzzo. 
Sabato 23 Febbraio 2019, 09:09 - Ultimo aggiornamento: 23-02-2019 23:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP