Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Marano, interdittiva antimafia confermata per Polverino junior

Martedì 16 Agosto 2022 di Ferdinando Bocchetti
Marano, interdittiva antimafia confermata per Polverino junior

Interdittiva antimafia confermata dal Consiglio di Stato. I giudici amministrativi, pronunciandosi nel merito, hanno bocciato il ricorso presentato dai legali di Vincenzo Polverino (nella foto), figlio del super boss della camorra Giuseppe. Polverino, noto imprenditore operante nel comune di Marano, è titolare di una società, la Burger grill, destinataria di un'interdittiva emenata dalla prefettura di Napoli.

Il Consiglio di Stato, nelle 21 pagine della sentenza, ha approfondito i motivi alla base dell'impugnazione, ritenendo che sussistano elementi concreti (anche in relazione ai vincoli di parentela di Polverino) di una possibile infiltrazione malavitosa nell'attività dell'imprenditore, destinatario anche di un'altra interdittiva. Polverino, poche settimane fa, era stato assolto in un processo penale che si celebrava a Napoli nord: era accusato di fittizia intestazione di beni. Il Consiglio di Stato ha confermato anche l'interdittiva a carico della ditta individuale Gaetano Schiano, operante nel mercato (oggi chiuso) ortofrutticolo di Marano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA