«Ti sparo in bocca»: registra le minacce del marito, il file audio ai carabinieri. Aperta inchiesta nel Napoletano

Venerdì 17 Gennaio 2020

«Stai a fare la femmina... e io ti sparo in bocca, come a una cagna. Hai visto come te lo sto dicendo?» Questo il testo di un file audio che una donna di 40 anni, residente nel Napoletano, ha consegnato ai carabinieri a integrazione di una denuncia per maltrattamenti, presentata a fine 2018. Una denuncia che vede come vittime lei e i suoi due figli, un maschietto e una femminuccia, di 8 e 9 anni, avuti con il marito, un falegname di 46 anni, dal quale si sta separando.

LEGGI ANCHE Minaccia e picchia la moglie con calci e pugni per poi allontanarsi a piedi: arrestato

Le indagini della Procura di Napoli Nord sono in corso e la donna, a distanza di oltre un anno dal suo grido d'allarme, teme per l'incolumità sua e dei figli. «La sera del 25 ottobre 2018 stava per uccidermi», racconta all'ANSA la 40enne, «dopo una lite scoppiata per le sue solite bugie e i suoi tradimenti. Stava per colpirmi alla testa con una mazza di ferro. Mi scansai e lui colpì il divano». Una storia triste, la sua, fatta di minacce di morte, maltrattamenti psicologici anche nei confronti dei suoi bimbi, e di aggressioni. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA