Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Napoli, auto in sosta prese di mira dai ladri a Materdei: «Marmitte e pneumatici, agiscono in pochi minuti»

Lunedì 31 Gennaio 2022 di Antonio Folle
Napoli, auto in sosta prese di mira dai ladri a Materdei: «Marmitte e pneumatici, agiscono in pochi minuti»

É una vera e propria emergenza sicurezza quella che si sta registrando negli ultimi giorni a Materdei, popoloso quartiere al confine tra la collina del Vomero ed il rione Sanità. Da diversi giorni i residenti della zona segnalano furti ai danni delle auto in sosta, con danni che, complessivamente, arrivano a diverse migliaia di euro. A destare le "attenzioni" dei ladri seriali, che agiscono quasi sempre di notte ed in pochissimi minuti, sono i catalizzatori delle Smart che, a causa delle sue ridotte dimensioni e della facilità d'accesso alla marmitta stessa, rappresentano una preda decisamente facile anche per gli "Arsenio Lupin" meno esperti. Nessuna strada del quartiere sembra essere al riparo dai ladri seriali che agiscono praticamente indisturbati, favoriti anche da una illuminazione che andrebbe decisamente potenziata e migliorata in molti punti. 

Video

I residenti non ci stanno ed ancora una volta puntano il dito su Comune, Questura e Prefettura, chiedendo una maggior presenza di forze dell'ordine e l'installazione di un sistema di videosorveglianza che possa finalmente scoraggiare i furti alle auto. Anche il Comitato Civico Materdei nelle prossime ore dovrebbe intervenire sulla questione, chiedendo alle forze dell'ordine un ulteriore sforzo sul fronte della sorveglianza. Intervento delle forze dell'ordine che, però, deve necessariamente andare di pari passo con le segnalazioni e le denunce da parte dei cittadini. In moltissimi casi, infatti, i cittadini che subiscono il danno preferiscono non denunciare, creando così un "corto circuito" che impedisce alle forze dell'ordine di avere un quadro chiaro sulla situazione-sicurezza del territorio.

Ad essere prese di mira, ovviamente, non sono solo le Smart e non sono solo le marmitte ed i catalizzatori. Nell'ultimo periodo non sono rari i furti di pneumatici - particolarmente "richiesti" i costosi cerchi in lega - e, in qualche caso, i veri e propri furti d'auto, con le Panda saldamente prime nella classifica delle auto rubate. A Materdei, vista la cronica e storica carenza di parcheggi, chi può parcheggia l'auto nei garage della zona ma, in ogni caso, si tratta di una spesa - mediamente 100 euro mensili per una utilitaria - non alla portata di tutte le famiglie. 

I furti ai danni delle auto in sosta, è bene sottolinearlo, non sono una prerogativa del quartiere Materdei. Sono mesi, infatti, che in tutta Italia - ed anche all'estero - si sono moltiplicati i raid ai danni delle auto lasciate incustodite in strada. L'elevato costo dei metalli contenuti all'interno dei catalizzatori e la relativa facilità ad asportarli in pochi istanti - con gli attrezzi giusti - hanno dato vita ad un vero e proprio "mercato nero" dove un catalizzatore rubato viene rivenduto anche a 100 euro. E se si pensa che i ladri più allenati, che di solito agiscono in coppia, possono in una sola notte mettere a segno anche tre o più colpi, è facile intuire come mai, nonostante i ripetuti arresti da parte di polizia e carabinieri, il fenomeno sia in preoccupante espansione. 

Ultimo aggiornamento: 5 Febbraio, 10:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA