Maxi sequestro di cardellini e tartarughe nel Napoletano

di Nello Fontanella

Un maxi sequestro di cardellini e altra fauna protetta, oltre a sedici tartarughe, è stato effettuato dalle Guardie zoofile Agriambiente congiuntamente ai Carabinieri di Torre Annunziata, nella giornata di ieri sul tutto il territorio di Torre Annunziata e in alcuni comuni limitrofi. In diverse zone della città  i volontari unitamente  ai carabinieri, hanno ritrovato 80 cardellini, 20 verdoni, 18 verzellini, 12 lucherini e 16 tartarughe, tutti sprovvisti di cartificazione di provenienza, comprese le tartarughe prive della certificazione Cites. 4 le persone denunciate per detenzione di fauna protetta. I cardellini , molto probabilmente, provengono dabattute di caccia illegale e bracconaggio effettuato con l'ausilio di strumentazione vietata dalla legge. Gli uccelli erano tenuti sia in grandi gabbie che piccole, in condizioni non idonee.

«La lotta al bracconaggio - ha detto il responsabile di Agriambiente al termine dell'operazione - e al maltrattamento degli animali, e’ l’obbiettivo principale delle Guardie Zoofile che si impegnano al massimo per ripristinare la legalità. Tutto questo è stato possibile anche grazie all’intervento dell’Arma dei Carabinieri e Magistratura che si impegnano costantemente a prevenire questi reati». Gli uccelli sono stati tutti liberati nel Parco Falconi a piazza Duca D’aosta.
Domenica 3 Febbraio 2019, 15:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP