Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

I napoletani e il meteo estivo impazzito:
«Confidiamo nella città del sole»

Sabato 13 Agosto 2022 di Alessio Liberini
I napoletani e il meteo estivo impazzito: «Confidiamo nella città del sole»

L’ondata di pioggia estiva degli ultimi giorni non scoraggia napoletani e turisti che prendono d’assalto, anche in queste ore, gli spazi del lungomare di Mergellina. 

Di maltempo in città non si vuole proprio parlare. Sugli scogli che regalano un landscape d’eccezione, quello col Vesuvio che si adagia sul mar Mediterraneo, sono tanti a concedersi la tintarella estiva di metà agosto. Nonostante le previsioni meteorologiche poco favorevoli. Tra i bagnanti nostrani e non c’è chi si cerca un piccolo pezzetto di arenile per stendere l’asciugamano, mentre alcune famiglie allestiscono veri e propri banchetti in riva al mare quando arriva ora di pranzo. Al borgo marinaro, invece, non mancano i tuffi tradizionali, ma pericolosi, degli scugnizzi che si immergono nelle acque antistanti al Castel dell’Ovo. 

Le perturbazioni annunciate per i prossimi giorni? «Non ci vogliamo neanche pensare - racconta Gaetano, spiegando che prima di recarsi a lavoro non rinuncia mai ad un po’ di mare della sua terra - per ora ci godiamo questo splendore, Napoli è la città del sole, lo sanno tutti, ed anche in questi giorni si sta benissimo».

Non sarà il mare cristallino di Bali o le bianche scogliere siciliane ma per molti cittadini resta una “vacanza” accessibile ad ogni tipo di tasca. E forse questo basta per essere felici così. 

«Qui - spiega Giuseppe definendosi “napoletano d’adozione” - al di là di cosa si dice c’è una spiaggia pulita». Ma la cosa più importante per il signore Giuseppe è soprattutto il fatto che «si spende poco» chiarisce l’uomo sorridendo: «Non è un turismo di grandi alberghi, qui ci si accontenta di un panino, poi il resto lo fa il sole».

Nel mentre, osservando le nuvole minacciose in lontananza, non manca chi dispensa numeri del lotto o aneddoti di meteorologia, tutta partenopea. «Una volta - ricorda Patrizio - quando il tempo era incerto osservavamo i gommoni dei contrabbandieri, se loro c’erano allora quasi sicuramente non pioveva».

Video

Ciro, invece, sperando che a ferragosto ci sarà il sole, consiglia un suo ambo per la ruota di Napoli. «Il mio consiglio - racconta - è giocarsi l’8, in omaggio dell’Assunzione in cielo di Maria e il 15. Fidatevi che è un ambo sicuro».

Ultimo aggiornamento: 18:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA