Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Minorenne ucciso dal carabiniere: sui muri di Santa Lucia la scritta «Ugo vive»

Martedì 3 Marzo 2020 di Paola Marano
Minorenne ucciso dal carabiniere: sui muri di Santa Lucia la scritta «Ugo vive»

«Ti voglio bene cugino». «Ugo vive. Sei la nostra vita». «Ti amo, Tina». Recitano  così le scritte comparse stamattina sui muri di via Generale Orsini, nel quartiere Santa Lucia di Napoli, luogo dell’episodio che sabato notte e domenica ha portato alla morte del 15enne Ugo Russo, ucciso da un carabiniere in borghese durante un tentativo di rapina.
 

 

Volantini con foto che ritraggono attimi di vita quotidiana condivisa dal giovane ragazzo con il cugino, la fidanzata e gli amici. Fiori e dediche rivolte al ragazzo dei Quartieri dalle persone a lui più vicine. «Vivi nel mio cuore cugino mio, non dimenticherò mai ogni momento passato insieme», si legge su una delle foto affisse. «Sei l’angelo più bello del paradiso, resti sempre il mio amore», è invece il pensiero rivolto dalla fidanzata, incorniciato da una loro immagine che li vede abbracciati. 
 

Ultimo aggiornamento: 4 Marzo, 07:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA