Fase 2 a Napoli, al Molo Beverello ripresi i lavori ma metà operai: i tempi si allungano

Venerdì 29 Maggio 2020

«I lavori del nuovo Molo Beverello sono ripresi, siamo nella fase della demolizione delle infrastrutture precedenti e poi si lavorerà per la verifica di eventuali ordigni bellici, prima di passare allo scavo delle fondamenta della nuova Stazione Marittima». Lo annuncia all'ANSA Pietro Spirito, presidente dell'Autorità Portuale del Tirreno Centrale, nel cantiere del nuovo Molo Beverello che ha ripreso lunedì a lavorare dopo lo stop per il covid19.

LEGGI ANCHE Molo Beverello, stop all'imbarco per 5 passeggeri: avevano la febbre

Il cantiere è aperto e lavora di notte: stanotte verrà smontata la pensilina che copriva la coda delle biglietterie, poi si procederà all'abbattimento del resto della vecchia struttura. «La biglietteria provvisoria - spiega Spirito - è già funzionante con i controlli del covid19 e si lavora per dare una Stazione Marittima nuova alla città. Una stazione che consentirà ai cittadini di ammirare il panorama della città, ampia, in cemento armato, stabile. Dal tetto si potrà ammirare il lungomare e la parte portuale, è pensata per un miglior servizio ai passeggeri e ai cittadini».

Il protocollo dei lavori per il covid19 valido al momento fino al 31 luglio permette a 10 operai di lavorare rispetto ai 20 previsti e il divieto di effettuare lavori in parallelo, con queste regole, spiegano gli ingegneri, il cantiere durerà il 25% di tempo in più.

© RIPRODUZIONE RISERVATA