Morta Anna Russano, «voce carnale» di Napoli: musica neomelodica in lutto

Mercoledì 22 Dicembre 2021
anna russano

Il mondo della musica neomelodica napoletana è in lutto: è morta Anna Russano, storica voce partenopea classe 1961. A dare l'annuncio è stato lo speaker Gianni Simioli, che l'ha definita «voce carnale e orgogliosa di vicoli, matrimoni e gloriose feste di piazza,  faccia che comunicava gioia, dolori e piccole felicità della mia gente». 

«Una brutta notizia - ha aggiunto la voce di Radio Marte, nel ricordare la Russano - per chi ama la musica popolare e i suoi artisti più veraci, sostenuti da migliaia di fans e, mai una volta , dai media che pensano di contare qualcosa e diabolicamente li ignorano pretendendo di decidere cosa sia degno e cosa no - ma poi decide sempre la Napoli dei napoletani e diventano stelle - e se la piango e rimpiango è perché l’ho sempre fatta sentire in radio e quindi sostenuta e apprezzata in vita».

Video

Tanti suoi colleghi l'hanno voluta ricordare con messaggi di cordoglio sui social. Uno su tutti Alberto Simy, che si è definito «ancora scioccato»: la cantante è deceduta poco dopo aver scambiato gli auguri di Natale proprio con il musicista napoletano. L'ultima pubblicazione dell'artista risale al 2018, un album dal titolo “Messaggi d'amore”, mentre tra i suoi brani più ascoltati va ricordato “Chille da notte”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA