Tre napoletani scomparsi in Messico: i familiari accusano la polizia

Sabato 17 Febbraio 2018 di Giuseppe Crimaldi
Tre napoletani scomparsi in Messico: i familiari accusano la polizia

Diciannove giorni senza più notizie. Un’eternità. Ora dopo ora, i familiari dei tre desaparecidos napoletani dei quali non si hanno più tracce dal 31 dicembre scorso invocano verità e giustizia. Perché nessuno può sparire nel nulla, come invece è accaduto a Raffaele Russo, a suo figlio Antonio e a suo nipote Vincenzo Cimmino.
Ed invece dal Messico tutto tace. Tacciono le autorità governative. Tace il corpo di polizia locale, lo stesso sul...

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
Ultimo aggiornamento: 18 Febbraio, 18:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA