Napoletani scomparsi in Messico: ecco la telefonata tra il narcos e il capo della polizia

Giovedì 29 Marzo 2018 di Oscar De Simone
Napoletani scomparsi in Messico: ecco la telefonata tra il narcos e il capo della polizia

Una telefonata tra il capo della polizia di Guadalajara e un criminale della zona rivela nuovi terribili e oscuri scenari sulla scomparsa dei tre napoletani in Messico.
 


Nell'intercettazione diffusa ieri da Chi l'ha Visto, infatti, s'intuisce il grado di corruzione della polizia messicana di cui tanto si parla in questo periodo. Con tono imperioso, infatti, il narcos intima al poliziotto di ritirare al più presto i suoi uomini e di farli calmare perchè «quì i colpi partono come niente e tutti prendono i soldi». Impaurito, il capo della polizia risponde: «Stia calmo signore. Mi scusi».

A quasi tre mesi dalla scomparsa di Antonio e Raffaele Russo e di Vincenzo Cimmino, insomma, l'unica certezza è la corruzione latente delle forze dell'ordine messicane. 

Ultimo aggiornamento: 30 Marzo, 10:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA