Napoli, sgominata la rete del boss Di Lauro: in cella killer e fiancheggiatori, 13 arresti

ARTICOLI CORRELATI
di Leandro Del Gaudio

  • 247
Una rete in grado di assicurare per quasi quindici anni la latitanza di Marco Di Lauro. Un network in grado di riciclare proventi del denaro sporco - droga ed estorsioni - ed assicurare entrate ai capi del gruppo storico della camorra di Secondigliano. Con questi reati finiscono in cella Marco Di Lauro (già detenuto e al 41 bis), ma anche Salvatore Di Lauro, Salvatore Tamburrino, Vincenzo Gatta, Antonio Silvestro, Vincenzo Flaminio, Antonio Montanino (che era stato di recente scarcerato dal Riesame), Aldo Salvatore; mentre per il solo agguato ai danni di Pasquale Spinelli, con ferimento di Gaetano Todisco, Ciro Silvestro e Gennaro Siviero, ordine di custodia cautelare a carico di Antonio Mennetta (boss della Vinella grassi, già detenuto), Roberto Manganiello, Giuseppe Gervasio, Francesco Barone; e per concorso esterno al clan Di Lauro, in manette Antonio Puzone.
 

Inchiesta coordinata dal procuratore aggiunto Giuseppe Borrelli e dai pm Maurizio De Marco e Vincenza Marra.
Giovedì 20 Giugno 2019, 08:38 - Ultimo aggiornamento: 21 Giugno, 07:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP