Napoli, 20 chilometri orari in corso San Giovanni: nuove regole per i lavori fino a Natale

Sabato 20 Novembre 2021 di Alessandro Bottone
Napoli, 20 chilometri orari in corso San Giovanni: nuove regole per i lavori fino a Natale

Rivoluzione per la viabilità lungo corso San Giovanni a Teduccio, arteria di Napoli Est che mette in collegamento la zona vesuviana con l'area orientale e queste con il centro città. Da ieri è scattato un nuovo dispositivo di traffico che sarà in vigore fino al 20 dicembre.

In particolare, si interviene nel tratto del corso compreso tra via Vigliena e l'inizio del Ponte dei Francesi: con precisione all'altezza del civico 45 dove insiste la sede della Croce Rossa. Il dispositivo - messo nero su bianco in una ordinanza del Servizio 'Viabilità e traffico' del Comune di Napoli - è necessario per la corretta esecuzione dei lavori di riqualificazione urbanistica e ambientale dell'asse costiero che già da diversi mesi riguardano il quartiere San Giovanni a Teduccio.

Video

Il nuovo piano prevede innanzitutto che le due corsie ordinariamente dedicate soltanto ai tram e ai mezzi di trasporto pubblico dell’ANM siano aperte al transito veicolare promiscuo. Difatti, l'ordinanza ha stabilito di suddividere la semicarreggiata destra di corso San Giovanni (quella in direzione Napoli centro) in due corsie ognuna di 3 metri e mezzo, transitabili con sensi i marcia contrapposti e separate da una linea continua. É stato istituito anche il divieto di sorpasso, quello di sosta permanente con rimozione coatta dei veicoli e il limite massimo di velocità di 20 chilometri orari.

Corso San Giovanni è quotidianamente utilizzato da migliaia di veicoli, anche pesanti, in entrambe le direzioni. Una zona ad alta densità abitativa e con un numero copioso di esercizi commerciali: di qui l'esigenza di residenti e cittadini di spazi per sostare o parcheggiare. Il cantiere dei complessi interventi di riqualificazione riduce drasticamente le aree a disposizione, molte interessate anche dal deposito di materiali e mezzi. Fenomeno da non trascurare è la sosta selvaggia che, in diverse circostanze, rende difficile lo scorrimento dei tram e, in generale, dell'importante flusso di veicoli lungo tutto il corso.

Sono settimane delicate per la viabilità della periferia orientale di Napoli. Oltre ai lavori lungo corso San Giovanni si interviene anche in via delle Repubbliche Marinare dove si sta abbattendo il cavalcavia dopo anni di attese: qui si stanno registrando alcuni disagi per l'interruzione della carreggiata in direzione centro città con l'obbligo dei veicoli di svoltare in via Chiaromonte e, da qui, scegliere vie secondarie verso piazza Garibaldi. Altri due cantieri interesseranno la periferia est nelle prossime settimane: il primo è sempre in via delle Repubbliche Marinare nel tratto tra via Volpicella e via Galileo Ferraris. E si attendono gli operai anche in viale della Villa Romana per i cui lavori il Comune ha affidato gli interventi all'impresa.

Per evitare disagi a chi è mette alla guida così come ai residenti saranno necessari puntuali controlli nelle varie zone in cui sono aperti i cantieri. Sarà la Polizia Municipale a occuparsi della vigilanza e del rispetto dei dispositivi decisi dagli uffici comunali.

Ultimo aggiornamento: 19:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA