Napoli, appalti all'ospedale Santobono: raffica di arresti e perquisizioni

Martedì 4 Aprile 2017 di Leandro Del Gaudio

La polizia di Stato di Napoli sta dando esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Napoli, su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, a carico di amministratori di strutture pubbliche partenopee, legali rappresentanti di imprese e imprenditori - dieci destinatari complessivamente - ritenuti responsabili, a vario titolo, dei reati di corruzione, turbata libertà degli incanti, tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso.

Oggetto delle indagini, e degli approfondimenti investigativi svolti, appalti presso l’azienda ospedaliera di rilievo nazionale Santobono-Pausilipon e appalti presso l’Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario.

Tra i soggetti coinvolti, finisce agli arresti domiciliari l'avvocato Guglielmo Manna, ex marito del giudice Anna Scognamiglio, già a processo con uomini dello staff del governatore De Luca.

Un arresto in carcere, cinque arresti ai domiciliari e alcuni obblighi di soggiorno: sono complessivamente dieci le misure cautelari emesse nell'ambito dell'inchiesta sugli appalti nel settore Sanità a Napoli secondo quanto disposto dal Gip del Tribunale di Napoli Morra, su richiesta dei pm Parascandolo e Woodkock. Al centro delle indagini le accuse dell'imprenditore Pietro Coci, che fa riferimento alle tangenti che i vertici della Manutencoop avrebbero versato nelle mani di un dipendente del Santobono per avere l'appalto delle pulizie nell'ospedale collinare. 

Sotto inchiesta, agli arresti domiciliari, sono finiti anche Pasquale Arace, tra i dirigenti del Santobono, «l'uomo delle missioni compiute», e Umberto Accettullo, a sua volta direttore amministrativo dell'Adisu Orientale, Partenope e Federico II. Tra i capi di imputazione spunta anche un appalto per la fornitura delle strutture universitarie. Corruzione è l'accusa ipotizzata. 

In carcere è finito Giorgio Poziello, coordinatore infermieristico della sala operatoria del Santobono-Pausilipon, accusato, tra l'altro, di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso.

Ultimo aggiornamento: 5 Aprile, 08:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA