Verso il 231esimo Giuramento degli allievi della Nunziatella: il valore di una scelta guardando al futuro

di Rossella Grasso

  • 4608
Sabato 17 novembre, a piazza del Plebiscito di Napoli, avrà luogo il Giuramento degli Allievi della Scuola Militare Nunziatella. A 231 anni dalla fondazione della scuola che ha formato i militari che si sono distinti maggiormente per l’alto valore, da Armando Diaz in poi, la tradizione si ripete. Sono 84 gli allievi del primo anno che giureranno alla presenza delle più alte cariche istituzionali militari e civili. Tra questi 30 donne. L’evento rappresenta un importante passo per gli allievi, che alla giovane età di 16 anni, giurano fedeltà alla Bandiera, simbolo dell'unità nazionale.

Gli allievi sfileranno in alta uniforme. A quelli del primo anno sarà ufficialmente consegnata la divisa storica, la stessa che i giovani militari indossano da centinaia di anni. Si ripeterà la cerimonia della consegna dello spadino. Un allievo del terzo anno lo consegnerà simbolicamente a uno del primo. Il più grande chiamerà «Cappellone» il più piccolo, ricordando l’usanza di indossare il cappello con le punte alzate per gli allievi del primo anno. «Cappellone – gli dirà - Questa è la cerimonia a cui partecipi quale protagonista. Il gesto che sto per compiere mi investe di tutta la nostra spiritualità di Anziani ed esalta le tradizioni del nostro istituto. Nel ricevere lo spadino ti impegni a custodire gelosamente i valori morali e spirituali della nostra scuola. Se qui sei venuto per ambizioni, tradizioni d’armi o per spavalderia allora non accettarlo, non ne saresti degno. Ma se qui sei venuto per naturale impulso della tua giovinezza e desiderio di virtù militari allora accettalo e degnamente difendilo».
 

Il più piccolo accetterà il dono dello spadino prendendo coscienza dell’impegno che sta assumendo. E dirà: «Anziano entro oggi a far parte ufficialmente della gloriosa schiera di coloro che qui educati hanno testimoniato con i fatti la fedeltà alle tradizioni di questo istituto. Accetto lo spadino che mi porge a completamento della mia figura d’allievo, lo metterò al mio fianco ed in questa lama vedrò un simbolo. Quello della Patria. Quello della Nunziatella».

Con questo gesto gli anziani accolgono ufficialmente i cappelloni impegnandoli nella tradizione di onore e lealtà della Nunziatella. Lo spadino, nel suo significato emblematico, rappresenta l’impegno degli allievi a vivere la vita militare secondo i valori spirituali e morali che ne costituiscono l’essenza: l’adesione al dovere, il rispetto delle istituzioni e l’amore di patria. Da qui inizia il percorso che accompagnerà gli allievi per i prossimi tre anni.

 
Venerdì 16 Novembre 2018, 11:00 - Ultimo aggiornamento: 17 Novembre, 10:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP