Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Napoli, blitz anti-contraffazione:
sequestrati prodotti e fabbriche

Sabato 2 Luglio 2022
Napoli, blitz anti-contraffazione: sequestrati prodotti e fabbriche

Offensiva anti-contraffazione. Un arresto e undici denunce, oltre 125.000 prodotti contraffatti o non sicuri sequestrati, tutti privi delle certificazioni minime di sicurezza e di indicazioni per il consumatore. Nel quartiere Vicaria-Mercato, la Guardia di Finanza ha fermato un pakistano che ha anche tentato di corrompere gli operatori e ha poi rinvenuto, nella sua abitazione,  un deposito clandestino con più di 43.000 tra capi d'abbigliamento e occhiali da sole contraffatti. Gli stessi finanzieri, nella zona industriale, hanno sequestrato 30.000 accessori per auto contraffatti e denunciato un cinese, rappresentante legale di una società operante nel settore del commercio di prodotti per l'illuminazione. E, al termine di un pedinamento iniziato nel quartiere Pendino, nella zona de «La Maddalena», ha individuato e sottoposto a sequestro un deposito clandestino di merce contraffatta situato a San Giuseppe Vesuviano: sono state trovate quasi 5000 scarpe contraffatte, oltre all'occorrente per il confezionamento (scatole, sacchetti e lacci).

Denunciato, inoltre, all'autorità giudiziaria un marocchino sorpreso mentre trasportava scarpe contraffatte (con marchi Nike, Louis Vuitton, Adidas, Fila, Valentino). Sempre a San Giuseppe Vesuviano, le fiamme gialle hanno sequestrato una fabbrica abusiva perfettamente attrezzata con tutti i macchinari professionali e oltre 600 tra capi di abbigliamento finiti e semilavorati. Rinvenute anche 2 tonnellate di sfridi di lavorazione tessile e 1,5 tonnellate di rifiuti speciali non pericolosi tra carta, cartone, plastica e ferro. Denunciato il responsabile. 

Video

Ultimo aggiornamento: 18:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA