Bomba in pizzeria da Sorbillo, la pista dei due clan rivali: è la guerra per il racket sul food

ARTICOLI CORRELATI
di Leandro Del Gaudio

6
  • 176
Hanno deciso di alzare il tiro, in modo da passare all'incasso con una posta più alta. Hanno assistito in silenzio al volume di affari che si è abbattuto negli ultimi mesi tra i vicoli dei Decumani, alle lunghe attese all'esterno delle pizzerie, ma anche alle file di fronte a qualsiasi buco dove si vendesse cibo. E hanno capito che era venuto il loro momento, quello di farsi avanti, di approfittare del vuoto di boss patentati, ma anche della crisi dei loro capi, quelli del cartello dei Sibillo. Racket sulle pizzerie o meglio, racket sul food, che da queste parti chiamano «'o fud», in uno slang figlio della deriva turistica di questi ultimi anni. È questa la pista battuta dalla Dda di Napoli per ricostruire moventi e responsabilità della bomba carta esplosa la scorsa notte all'esterno della pizzeria Sorbillo.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 17 Gennaio 2019, 07:30 - Ultimo aggiornamento: 17-01-2019 17:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2019-01-17 15:51:42
purtroppo e' la guerra della banda di Ciccio o' Panzarotto contro Pascal Pall e Ris
2019-01-17 15:34:56
Che rabbia ....ma quando si farà sul serio senza sconti e senza pietà per tutti questi delinquenti?
2019-01-17 14:31:02
Peccato xche il signor del gaudio si sarebbe di piu appassionato se davvero ci fosse centrato QUALCHE questione dei gruppi da stadio.
2019-01-17 14:09:05
Russkaja doroga (Y.Rastarayev), strada russa: l'avvocato e il consigliere regionale si sono incontrati al Cavone come Stanley l’esploratore non nella ricerca della sorgente del Nilo ma in una Dottor Livingstone I presume “dde noantri” alla ricerca dell’inquacchiato che ha lanciato l'hashtag #sobbimiettappost riguardo all’Azione dolosa contro la pizzeria, verrà aperto alla firma dei cittadini un Libro di sostegno, il sindaco vestito ianco sarà primo firmatario: ora basta! Poi forse in visita privata da Poppella (almeno il dessert), tutto questo aspettando il Ministro, e allora nulla sarà come prima mentre in lontananza risuoneranno le note di una tarantella dell’est, russa, zigana, sucra, balcanica, cantata da un polacco, suonata da una fisarmonica slovena, che nessuno capisce ma tutti ripetono, il domani è passato da qui e sarà bello
2019-01-17 13:20:50
A Napoli, lo Stato, polizia, carabinieri & co. naturalmente fanno solo "arredamento"...quando li vedi in giro, altrimenti manco quello !

QUICKMAP