Genny Cesarano, catturato l'ultimo killer: decisiva la testimonianza del boss Lo Russo

Mercoledì 27 Novembre 2019

La Squadra Mobile di Napoli ha arrestato Gianluca Annunziata, 28 anni. Secondo le indagini della Direzione Distrettuale Antimafia, Annunziata faceva parte del commando che, all’alba del 6 settembre del 2015 in Piazza San Vincenzo alla Sanità, uccise Genny Cesarano, con il tentativo di uccidere altri quattro ragazzi  presenti nella piazza.

LEGGI ANCHE Napoli, la sfida della camorra al Rione Sanità: altre due stese dove fu ucciso Genny

L'agguato era stato deciso dal capoclan Carlo Lo Russo ed alcuni dei componenti del suo gruppo di fuoco.

In particolare Mariano Torre, Luigi Cutarelli, Ciro Perfetto e Antonio Buono sono già stati arrestati e condannati con sentenza di primo grado confermata in Corte di Assise di Appello.

LEGGI ANCHE Omicidio Cesarano, confermati tre ergastoli su quattro: sconto di pena per il killer pentito

Il provvedimento eseguito in data odierna si fonda sulle indagini svolte dalla Squadra Mobile e sul contributo determinante dei collaboratori di giustizia Carlo Lo Russo  mandante del delitto, e Mariano Torre, l'esecutore materiale dell'agguato.
 


Gianluca Annunziata era già in carcere per condanne non definitive in qualità di affiliato al clan Lo Russo, per estorsione e per l’omicidio di Vincenzo Priore, commesso nel novembre del 2012 nella Masseria Cardone.

 

Ultimo aggiornamento: 28 Novembre, 06:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA