Napoli, attacco al car sharing: vetture vandalizzate in tutta la città

Mercoledì 21 Ottobre 2020 di Oscar De Simone

Auto danneggiate, graffiate e con pneumatici squarciati. Una serie di atti vandalici e furti che da tempo hanno preso di mira le vetture elettriche di Amicar Sharing. Il servizio di car sharing promosso dal gruppo “Gesco” che adesso, dopo gli ultimi tre furti nei precedenti dieci giorni, ha deciso di consegnare simbolicamente le auto al prefetto di Napoli. 

LEGGI ANCHE Napoli, furti e danni alle auto elettriche del car sharing: la denuncia di Gesco

«Dallo scorso Giugno – dichiara il presidente di “Gesco” Sergio D'Angelo – più di duemila cittadini hanno usufruito di queste auto elettriche, anche se in appena quattro mesi abbiamo registrato almeno sette episodi di vandalizzazione. Auto distrutte, graffiate o con i pneumatici lacerati. Ma non basta. Negli ultimi dieci giorni si sono verificati altri tre furti ed ora siamo veramente stanchi. Abbiamo provveduto a denunciare tutto quanto accadeva ma ci rendiamo conto che non è stato sufficiente. Per questo – e convinti che non siano più episodi casuali – abbiamo presentato una denuncia in procura. Chiediamo al sindaco, al questore ed al prefetto, di vigilare maggiormente per la sicurezza nostra e dei napoletani. Non sappiamo a chi si dia fastidio con questa iniziativa, ma è evidente che si tratta di un vero piano criminale. Non ci lasceremo intimidire e certamente reagiremo con il supporto delle istituzioni, alle quali ci stiamo rivolgendo ed a cui chiediamo interventi immediati».

Video

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA