Bimbo ucciso di botte dal papà nel Napoletano, no alla perizia sull'ora della morte

Mercoledì 16 Settembre 2020

La terza corte d'Assise del Tribunale di Napoli, presieduta da Lucia Posta, nell'ambito del processo sull'omicidio di Giuseppe Dorice, il bimbo di 6 anni ucciso a bastonate il 27 gennaio 2019 a Cardito, ha rigettato la richiesta di una perizia presentata dalla difesa dell'imputato Tony Essobdi Badre, finalizzata a stabilire l'esatta ora del decesso del bambino. L'avvocato di Badre, Pietro Rossi, nel corso dell'udienza, ha presentato delle memorie difensive relative alle trascrizioni delle intercettazioni telefoniche. La prossima udienza del processo in corso nel Nuovo Palazzo di Giustizia di Napoli è fissata per 23 settembre durante la quale è prevista la requisitoria del pubblico ministero Fabio Sozio (che da gennaio sostituisce il pm Paola Izzo) e discussione degli avvocati delle parti civili. La discussione della difesa degli imputati Tony Essobdi Badre e Valentina Casa (madre di Giuseppe), invece, è stata fissata per il 9 novembre.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA