Evento Dolce & Gabbana a Napoli
centro storico vietato ai pedoni

ARTICOLI CORRELATI
di Paolo Barbuto

  • 1387
Il giorno della sfilata a San Gregorio Armeno si avvicina, e si avvicinano anche gli appuntamenti mondani di contorno. Per tre giorni, fino all'alba di lunedì, la città sarà in parte blindata, farà i conti con divieti e blocchi e dovrà adeguarsi.
Il primo sussulto c'è già stato ieri sera. Alle 20 è scattato un lunghissimo divieto che si protrarrà fino alle otto di sabato mattina: si tratta di un clamoroso blocco del traffico che durerà sessanta ore consecutive e che coinvolgerà via San Gregorio Armeno, la strada dei presepi che sarà anche il palcoscenico della sfilata di moda.

Domani, però, sarà il giorno dei veri grandi disagi per la città perché, a partire da mezzogiorno, scatterà il più vasto blocco della circolazione mai visto in città: in dodici strade del centro storico, tutte quelle che circondano il percorso della sfilata (cioè il cuore dei Decumani) saranno piazzati posti di controllo per vietare alle auto e anche ai pedoni di accedere alla «zona rossa» della moda. Ammessi nell'area soltanto gli addetti, i residenti e i commercianti che però, come leggete nell'articolo in fondo a questa pagina, si lamentano chiedendosi per chi resteranno aperti se non potrà passare nessuno. Proprio questo blocco totale della circolazione automobilistica e pedonale mette particolarmente in allarme la polizia municipale che dovrà occuparsi di far rispettare il divieto. Si tratterà di vietare l'accesso a migliaia di persone, napoletani e turisti, che potrebbero non essere a conoscenza della vicenda: sarà indubbiamente difficile convincere le persone che è vietato perfino passeggiare nel centro storico di Napoli ed è per questo che i vigili hanno predisposto un servizio molto accurato con particolare attenzione rivolta ai turisti. Ai varchi ci saranno anche agenti che conoscono le lingue e che cercheranno di spiegare ai visitatori stranieri i motivi del divieto convincendoli a rimandare la visita al centro storico di Napoli.

In concomitanza con la sfilata scatteranno anche ulteriori divieti intorno alla zona vietata al traffico. Su via Duomo, dalle 14 alle 20 di domani sarà inibita la circolazione. Anche la sosta sarà proibita lungo via Duomo perché in quell'area gli spazi saranno riservati alle auto dello staff e degli ospiti della sfilata che saranno muniti di speciali permessi.

Ma non è finita qui. La notte che seguirà la sfilata, quella fra domani e sabato, vedrà gli ospiti di Dolce e Gabbana invitati a un gigantesco party che occuperà tutta la zona del Borgo Marinari. E, ovviamente, per consentire il sereno svolgimento della festa, anche per il Borgo disteso sotto al Castel dell'Ovo scatteranno divieti rigidissimi. Dalle quattro del pomeriggio alle quattro del mattino le forze dell'ordine impediranno l'accesso alle automobili e, anche in questo caso, ai pedoni. Impossibile anche passeggiare perché tutta l'area sarà destinata ai festeggiamenti.

La giornata di sabato vedrà il mondo della moda concentrato ancora nella zona di Castel dell'Ovo dove si svolgerà un'altra sfilata con evento mondano annesso. Per questo motivo sarà vietato il traffico veicolare su via Partenope (anche per gli aventi diritto) e sarà sospesa perfino la pista ciclabile in prossimità della passerella d'ingresso al castello. Ovviamente l'accesso al Castel dell'Ovo sarà inibito: inizialmente il divieto di accesso era previsto a partire dalle 19, ieri però il Comune ha deciso di anticiparlo alle 14. Turisti avvisati, dunque, visite consentite solo di mattina.

L'ultima porzione dei festeggiamenti riguarda la zona di Posillipo. Ed è qui che nella notte fra sabato e domenica scatteranno controlli e divieti di sosta all'altezza del bagno Elena dove si svolgerà il party conclusivo della tre giorni di moda napoletana. All'alba di domenica tutto dovrebbe essere finito.
Giovedì 7 Luglio 2016, 08:34


QUICKMAP