Auto esplosa sulla Tangenziale di Napoli, Borrelli: «Troppi punti oscuri, il Cnr collabori»

Francesco Emilio Borrelli ha raccolto l'appello del cugino di uno dei feriti

L'esplosione
L'esplosione
Sabato 24 Giugno 2023, 17:18
2 Minuti di Lettura

«Prima di tutto sono vicino alle due persone rimaste ferite nell'esplosione, avvenuta venerdì alle 14 sulla Tangenziale di Napoli, e alle loro famiglie. Ma su questo episodio bisogna fare immediatamente chiarezza perché troppe cose non tornano e, solo per una serie fortuita di coincidenze, non si è trasformato in una strage. Le indagini in corso dovranno chiarire i tanti dubbi formulati dai familiari stessi di uno dei feriti: cosa trasportassero il giovane tirocinante e la ricercatrice, chi li ha incaricati di questo tipo di servizio, se ci fossero tutte le condizioni di sicurezza per effettuare il trasporto di materiale che poi è esploso. Chiedo una collaborazione del Cnr per dare una risposta ai tanti quesiti che mi lasciano perplesso, per evitare che tragedie simili accadano in futuro». Sono le parole del deputato di Alleanza Verdi - Sinistra Francesco Emilio Borrelli che ha raccolto l'appello del cugino di uno dei feriti affinché si faccia luce sull'intera vicenda.

«Mio cugino Fulvio è stabile e sia lui che la famiglia stanno ricevendo uno straordinario supporto dall'equipe medica che lo segue con grande professionalità e umanità. Adesso tutte le nostre energie sono concentrate affinché possa riprendersi il prima possibile. Tuttavia ritengo indispensabile che venga chiarito come mai un tirocinante prossimo alla laurea fosse stato designato per quell'incarico di trasportare materiale evidentemente pericoloso insieme a una ricercatrice. Quale sia il valore aggiunto per un tirocinio offerto da un'attività del genere resta un mistero», ha detto Fabio Corsaro, cugino di uno dei feriti dell'incidente.

Video

 «Dal Cnr non abbiamo ancora ricevuto nessun contatto, aspettiamo che le indagini facciano il loro corso per dare un senso o una spiegazione a questa tragedia che ha colpito un giovane 25enne che sta per laurearsi in Ingegneria meccanica, sogna di lavorare in Ferrari e ha tanti progetti da realizzare», ha poi aggiunto Corsaro. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA