CORONAVIRUS

Napoli in festa per la Coppa, ira Oms: «Tifosi sciagurati». Salvini attacca: «Dov'era De Luca?»

Giovedì 18 Giugno 2020
Napoli in festa per la Coppa Italia, ira dell'Oms: «Sciagurati i tifosi in piazza»

Migliaia di persone in piazza ieri sera a Napoli per festeggiare la vittoria contro la Juventus in barba a ogni regola sul distanziamento sociale per l'emergenza coronavirus. E l'Oms sul piede di guerra definisce i tifosi «sciagurati!». La denuncia è di Ranieri Guerra, direttore aggiunto dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), che intervistato durante la trasmissione Agorà su Rai 3 ha commentato: «Sciagurati! In questo momento non ce lo possiamo permettere, per fortuna è accaduto a Napoli, dove governatore e sindaco hanno messo in atto misure rigide e l'incidenza del virus è più bassa che altrove». 
 
«Fa male vedere queste immagini», ha detto l'esperto. «Ricordo - ha aggiunto Guerra - quanto ha contato la partita dell'Atalanta all'inizio dell'epidemia in Lombardia nella diffusione dei contagi. Non vorrei che si ripetesse proprio ora, che il Comitato Tecnico Scientifico ha cercato di accogliere le proposte del Figc per non limitare del tutto il gioco del calcio, come da scienza e coscienza medica sarebbe suggerito».  

 

 

«Mi domando dove era il signor De Luca, quello che era pronto a usare il bazooka contro i milanesi e gli italiani che andavano in giro per la Campania. Forse ieri De Luca si era addormentato», ha detto invece il segretario della Lega, Matteo Salvini, commentando a «Mattino 5» su Canale 5 le scene di festa collettiva, senza alcun rispetto per le norme di prevenzione del Coronavirus, che hanno accompagnato in città la vittoria del Napoli in coppa Italia.

«Di sicuro per qualcuno della sinistra la responsabilità di quanto è accaduto è mia - ha ironizzato Salvini rispondendo a una domanda fu quale deve essere l'autorità che avrebbe dovuto impedire gli assembramenti - dipende dal comune per la gestione della polizia municipale, dalla Regione che deve emettere le ordinanze e dal ministero dell'Interno che deve gestire l'ordine pubblico».
 


Lapidario il commento di Luigi de Magistris, che su La7 liquida il tema con una battuta: «Ieri sera ha vinto il contagio della felicità». E all'Ansa aggiunge: «Vista l'impossibilità di andare allo stadio, tema su cui si dovrebbe riflettere perché con le dovute attenzioni e distanziamenti si potrebbe andare, solo chi non conosce Napoli può pensare che dopo una vittoria contro la Juventus di Sarri e di Higuain, i napoletani sarebbero rimasti in casa a esultare tra le quattro mura. Questo non significa che in città c'è superficialità anche perché ormai dai primi di giugno a Napoli c'è contagio zero e ieri sera in piazza c'erano solo napoletani». 

Ultimo aggiornamento: 20:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA