Napoli, copre la targa per beffare la telecamera: i vigili lo seguono, scatta la supermulta

Venerdì 13 Agosto 2021 di Paolo Barbuto
Napoli, copre la targa per beffare la telecamera: i vigili lo seguono, scatta la supermulta

Chi bazzica Marechiaro sa bene come funzionano le cose: chi vuol violare la Ztl e non teme la legge piazza qualcosa a nascondere la targa (una borsa, un asciugamano, un pareo) e beffa l'occhio elettronico della telecamera. L'ha raccontato in più occasioni anche il nostro giornale con tanto di foto e filmati.
Questa volta, però, il racconto ha un finale differente perché ieri mattina, all'altezza dell'accesso telematico a Marechiaro, c'erano pattuglie di vigili in borghese per un'operazione coordinata direttamente dal comandante Ciro Esposito, così i furbetti della Ztl sono stati inseguiti, fermati e sanzionati in maniera pesantissima.



Nessuna automobile ha tentato la beffa alla telecamera, solo scooter, come accade abitualmente. E infatti all'inizio della giornata sono finiti nelle maglie dei controlli i primi due ciclomotori, entrambi guidati da minorenni, che hanno tentato la tecnica dello zaino abbassato. Targa coperta dal borsone e telecamera beffata, invece no. In entrambi i casi i ragazzini sono stati inseguiti e raggiunti dalle pattuglie in borghese che li hanno fermati, sanzionati e affidati ai genitori che sono stato convocati sul posto.

La questione non riguarda la semplice contravvenzione che può rappresentare un problema economico, ma in qualche modo può essere affrontata. Il problema è che nascondere la targa rappresenta anche un reato, e infatti sono scattate anche le denunce penali per tutti quelli che hanno violato la ztl nascondendo la targa alla telecamera .

Dopo aver fermato i giovanissimi, i vigili pensavano che, sparsa la voce, nessuno si sarebbe più presentato ai varchi. Invece è arrivato un sessantenne che, con grande flemma, ha fermato il suo ciclomotore prima della telecamera, ha aperto il sellino sfilando un telo che ha adagiato sulla targa e poi ha riacceso per avviarsi verso Marechiaro. Con la stessa flemma che aveva mosso le prime azioni, alla prima curva l'uomo ha accostato il ciclomotore, riaperto il sellino, rimosso e ripiegato il telo in modo da poterlo utilizzare alla prossima occasione.

L'intero percorso del sessantenne è stato ripreso dalle telecamere dei vigili in boghese che, poi, hanno accostato dinanzi al ciclomotore e hanno chiesto i documenti. L'uomo ha cercato di evitare il controllo e si è mostrato particolarmente nervoso per essere stato fermato. Alla fine i vigili hanno scoperto che quel mezzo non aveva nemmeno una copertura assicurativa sicché la contravvenzione è stata decisamente più alta rispetto al previsto ed è scattato anche il sequestro del veicolo.

Nei prossimi giorni, con operazioni a sorpresa, verranno disposti ulteriori controlli presso tutti i varchi presidiati dalle telecamere, con l'intento di bloccare i furbetti.

L'operazione è stata salutata con entusiasmo dai residenti di Marechiaro i quali da anni sono concentrati nella battaglia per rendere meno caotica l'estate intorno alle loro abitazioni. Proprio un comitato di residenti ha iniziato a diffondere sui social video e foto delle decine di violazioni della Ztl che si verificano nei giorni estivi. Attenzione viene chiesta anche ai parcheggi selvaggi che in certi giorni paralizzano la circolazione rendendo complessi anche gli eventuali interventi di soccorso.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA