Napoli e il Covid: Beverello blindato, imbarchi protetti e ispezioni a bordo

Giovedì 13 Agosto 2020 di Antonino Pane

Porto sicuro. Anzi, porti sicuri su tutto il litorale campano. Guardia Costiera, forze dell'ordine e personale sanitario impegnati per il massimo sforzo nel weekend di Ferragosto. Al Beverello dovrà essere garantita l'applicazione di tutte le misure di protezione individuale così come a Capri, a Ischia, a Procida, a Sorrento e in tutti i porti commerciali della fascia costiera. Mascherine indossate regolarmente, misurazione della febbre, distanziamenti: a terra e a bordo non saranno tollerati comportamenti scorretti. Oggi, domani e sabato saranno i giorni più caldi al Beverello; domenica sera, invece, ondata di piena dalle isole che, stando alle previsioni, sarà massima da Ischia. A differenza delle altre località, infatti, la mancanza del turismo internazionale si è avvertita meno a Ischia perché compensata dagli arrivi di vacanzieri italiani. Capri, invece, al di là dei gitanti di una giornata è ben lontana da quei tutti esauriti tipici di questo periodo dell'anno. Stesso copione in penisola sorrentina e in costiera amalfitana.

LEGGI ANCHE Napoli ai tempi del Covid, l'aeroporto di Capodichino ha già perso 5 milioni di passeggeri

LA SICUREZZA
La Guardia Costiera, comunque, ha schierano tutto il personale e i mezzi disponibili. «Chiediamo la collaborazione di tutti - ha detto l'ammiraglio Pietro Vella, direttore marittimo della Campania - per far sì che questi giorni di piena vacanza siano goduti nella massima tranquillità». «Massima collaborazione» viene sollecitata anche dal presidente dell'Autorità portuale Pietro Spirito. Il comandante Francesco Cacace segue dalla sala operativa della Capitaneria di porto di Napoli e avrà costantemente il quadro della situazione. «In mare - spiega - ci saranno contemporaneamente lungo la costa campana 31 motovedette, 32 mezzi terrestri, 111 uomini e donne della Guardia Costiera impegnati nella sicurezza a terra e 88 imbarcati sui nostri mezzi. E poi un elicottero a disposizione che effettuerà controlli dall'alto e segnalerà ai mezzi di pronto intervento eventuali situazioni di pericolo. Insomma è il massimo sforzo: in questo fine settimana lavoreremo intensamente sulla prevenzione ma non mancheremo di punire con severità chi mette a rischio la sicurezza di altre persone».

GLI IMBARCHI
L'imbarco e lo sbarco di aliscafi e traghetti saranno osservati speciali così come i controlli a bordo. «Oltre alle misure anti Covid - ha aggiunto Cacace - dobbiamo verificare le stazze e la perfetta efficienza dei mezzi. Per questo effettueremo ispezioni mirate a garantire la massima sicurezza della traversata». Ma non solo aliscafi e traghetti. Saranno controllati spiagge e lidi. Il rispetto delle regole anche su questo fronte è diventato fondamentale. Le riduzioni di capienza a causa dei distanziamenti anti Covid stanno provocando assalti agli ingressi anche nelle prime ore del mattino. «I numeri complessivi di passeggeri che stiamo trasportando - dice Vincenzo Ponti, ceo di Caremar - sono limitatissimi rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Per facilitare comunque l'imbarco e lo sbarco in sicurezza abbiamo previsto più personale in banchina in modo da evitare assalti ai portelloni. Il momento più critico, facile da immaginare, sarà domenica sera sulle rotte Ischia- Napoli». Anche per quanto riguarda gli aliscafi servizi rinforzati a terra. «Rispettiamo nei dettagli - ha detto Giuseppe Langella, ceo di Snav - le disposizioni del governatore De Luca. Abbiamo anche fatto installare monitor alle biglietterie che ricordano la necessità di rispettare le misure di protezione individuale. Massima collaborazione con il personale sanitario impegnato sulle banchine». Sempre sul fronte aliscafi sulle banchine opererà anche il personale schierato da Alilauro e Navigazione Libera del Golfo. Sul fronte isole la situazione è nettamente migliorata ad Ischia dopo i cambi degli orari. «Le misure adottate - dice Emanuele D'Abundo, ceo di MedMar - si sono rivelate efficaci. Non ci sono più partenze accavallate grazie anche al fatto che una nostra partenza serale è stata spostata da Ischia a Casamicciola. La situazione migliorerà ulteriormente proprio questo fine settimana perché entrerà in funzione il parcheggio di pre-filtraggio all'esterno del porto dove si potranno anche avere i biglietti di imbarco per autoveicoli e passeggeri. Al porto di Ischia, quindi, arriveranno solo automezzi in fila per salire sulla nave in partenza. Questa misura già negli anni scorsi si è rivelata efficace ma quest'anno per ritardi vari non è stato possibile farla partire prima».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA