Napoli, il Covid non ferma i turisti a San Gregorio Armeno: caos tra le bancarelle, si mangia in strada

Napoli, il Covid non ferma i turisti a San Gregorio Armeno: caos tra le bancarelle, si mangia in strada
di Alessandra Martino
Sabato 8 Gennaio 2022, 16:30 - Ultimo agg. 9 Gennaio, 08:57
3 Minuti di Lettura

L’ Epifania porta con sé tutte le feste ma non la passione e il fascino per il Centro Storico di Napoli

Per il primo weekend di questo 2022, il Centro Storico, si presenta ancora una volta con una folla record di turisti provenienti da altre regioni italiane per visitare le tradizionali bancarelle dei maestri presepisti napoletani.
Passeggiata tra i pastori, picnic e merenda all'aperto, ancora una volta non si rispettano le regole. San Gregorio Armeno, ancora assembramenti e caos tra le bancarelle. 

Il dispositivo del senso unico pedonale, attuato dal Comune di Napoli durante il periodo natalizio, sembra ormai un lontano ricordo. La mancanza di controlli e di organi della polizia ha creato un vero imbuto nel Centro Storico
La maggioranza dei visitatori era munita di mascherina, ma molti anche quelli che non la portavano.

Video

Una nuova ordinanza, fino al 29 Gennaio 2022, prevederà dalle ore 22,00 e fino alle ore 6,00 il divieto di consumo di bevande alcoliche, di qualsiasi gradazione, nelle aree pubbliche ed aperte al pubblico, ivi compresi gli spazi antistanti gli esercizi commerciali, le piazze, le ville e i parchi comunali;

Si può quindi ritornare a mangiare all’aperto ma sono comunque vietati affollamenti o assembramenti per il consumo di qualsiasi genere alimentare in luoghi pubblici o aperti al pubblico. 

Quindi, ancora una volta, le persone nella Via dei Decumani hanno violato le regole. In Via dei Tribunali, hanno mangiato e bevuto negli spazi antistanti gli esercizi commerciali. Lunghe file e di conseguenza assembramenti, all’esterno delle pizzerie e fast food note del Centro Storico. 

I divieti anti-Covid sulla carta resistono, ma nessuno li rispetta. Nella realtà della strada queste disposizioni vengono sistematicamente ignorate dalla maggioranza di cittadini e commercianti.

Le ordinanze al momento pare non riescano ad imporsi. La curva del contagio da coronavirus, l’emergenza sanitaria dell’intero Paese sembra non spaventare più.

© RIPRODUZIONE RISERVATA