Napoli, la denuncia: assembramenti
e cibo venduto di notte in piazza Garibaldi

Venerdì 30 Ottobre 2020 di Oscar De Simone

Passeggini pieni di cibo e bevande che vengono vendute tutto il giorno e soprattutto in serata quando chiudono i negozi. Un vero takeaway abusivo, attivo H24 e contro cui i cittadini del Vasto e di Piazza Garibaldi combattono da tempo. Anche adesso che la corsa del virus in città sembra inarrestabile. Uno scempio che si consuma ogni giorno sotto gli occhi di tutti tra i vicoli del quartiere e sulle scalinate dell'anfiteatro dove recentemente, sono stati divelti i corrimano e tagliati i rami di due alberi.

LEGGI ANCHE Multe pazze a Napoli: ecco le procedure per evitare le sanzioni

«Osserviamo impotenti – affermano i commercianti della zona – quello che accade sotto i nostri occhi. Abbiamo denunciato questa situazione, lo facciamo ogni giorno, ma a quanto pare senza risultati. La cosa che ci sconvolge di più è che il cibo viene venduto liberamente e durante gli assembramenti che costantemente, si verificano sulle scale ed all'uscita della metro». Una condizione di abbandono ed insicurezza sanitaria quella descritta dai cittadini, in contrapposizione con le norme vigenti per il contrasto alla diffusione del covid-19. Regole che sempre più spesso vengono infrante per le strade dell'area adiacente la stazione centrale, su cui anche i comitati locali chiedono maggiore vigilanza. «Dai passeggini – concludono – viene fuori di tutto, soprattutto carne e pollo. A volte li troviamo intenti a cuocere su piccole braci portatili ed il cattivo odore è insopportabile. Non possiamo andare avanti così e non possiamo consentire che questi ragazzi continuino a vendere indisturbati la loro merce. È tutto insicuro e contro ogni regola utile al contenimento dell'epidemia. Bisogna agire subito per riportare ordine e sicurezza». 

Video

 

Ultimo aggiornamento: 19:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA