Giallo nel Napoletano: maestra in pensione ritrovata morta in casa in un lago di sangue

di Marco Di Caterino

  • 176
Giallo a Sant'Antimo, nella periferia nord di Napoli: il corpo di una donna, 71 anni, Giovanna Borzacchiello, maestra in pensione, è stato ritrovato privo di vita immerso in una pozza di sangue nel suo appartamento. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, non si esclude nessuna pista: la donna potrebbe essere morta anche per una caduta accidentale, battendo la testa su una stufetta. 

Due i punti oscuri ancora da chiarire: il corpo è stato ritrovato sotto il tavolo della cucina, intorno ad alcuni fazzolettini di carta intrisi di sangue. Al vaglio dei carabinieri le ultime ore di vita della maestra: sarà l'autopsia, che verrà eseguita nei prossimi giorni, a fugare ogni dubbio sulla morte. 

Il mese scorso la vittima era stata ricoverata dopo un malore in un ospedale della zona. Donna dal carattere introverso, non concedeva confidenza a nessuno e viveva da sola in una villetta al piano rialzato nei pressi della centralissima via Roma. 
 
 

A dare l'allarme un cugino che viveva in una casa distante qualche decina di metri, che l'ha rinvenuta sotto il tavolo, dopo aver aperto la porta di casa con le chiavi, visto che donna non rispondeva. La 71enne era nubile e viveva da sola, tanto che i ragazzi che risiedono nella stessa strada, una traversa poco trafficata di una della strade del centro di Sant'Antimo, la chiamavano «la signorina».

«Era una brava donna ma la si vedeva molto poco in giro», dice un 19enne che abita di fronte alla Borzacchiello; «avevamo poca confidenza - prosegue il giovane - e forse non si ricordava neanche di me, ma non dava alcun fastidio, e se facevamo rumore non ci riprendeva».

Un'altra vicina, che vive con il marito vigile urbano a poca distanza, dice che «la signora prendeva parecchie medicine, non aveva patologie particolari ma spesso le capitava di cadere, l'ultima volta è accaduto circa tre settimane fa, la soccorse il cugino e arrivammo anche noi, poi fu portata in ospedale». «Era una signora, sempre gentile e mai fuori posto» dice una donna che ha circa la stessa età dell'ex maestra. «La veniva a trovare un parente che abita qui vicino. Mi dispiace molto per ciò che è accaduto».(
Sabato 6 Aprile 2019, 11:57 - Ultimo aggiornamento: 7 Aprile, 08:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP