Napoli Est, altro pericoloso incidente a Barra: si attendono risposte sulla sicurezza

Altro spettacolare sinistro davanti agli uffici del giudice di pace

Nuovo incidente a Barra
Nuovo incidente a Barra
di Alessandro Bottone
Martedì 5 Dicembre 2023, 19:15
2 Minuti di Lettura

Ancora uno spettacolare incidente in viale della Villa Romana a Barra, nella zona orientale di Napoli. Nella tarda mattinata un'automobile ha perso il controllo nei pressi degli uffici del Giudice di Pace, tratto già interessato da altre situazioni di forte pericolo.

La vettura, che proseguiva in direzione Ponticelli, è uscita dalla carreggiata fino a bloccarsi nello spartitraffico centrale della strada. L'impatto con la barriera di cemento ha danneggiato particolarmente il veicolo. La persona che guidava l'utilitaria è stata soccorsa da altri autisti e poi dagli operatori di un'autoambulanza. Non si conoscono le cause precise dell'incidente ma è evidente che, al momento dell'impatto, il manto stradale fosse bagnato dalla forte pioggia caduta nelle ultime ore.

A evidenziare il pericolo della strada di Napoli Est è l'avvocato Monica Fiore che questa mattina ha assistito alla fase di soccorso della giovane persona coinvolta. Già in altre occasioni la legale, insieme ai colleghi che operano negli uffici di Barra, ha denunciato le difficili condizioni di viale della Villa Romana dove si sono verificati numerosi incidenti. Nel 2022 sono stati registrati, in particolare, 27 sinistri con 24 feriti e un deceduto.

Sono stati 45 i veicoli coinvolti. Dati che fanno di viale delle Ville Romane una delle strade più pericolose in tutta la città.

La strada, che mette in collegamento i quartieri Barra e Ponticelli, è interessata da lavori di riqualificazione per un milione di euro finanziati con il Piano Strategico di Città Metropolitana, intervento fondamentale per assicurare sicurezza alle migliaia di persone che quotidianamente la attraversano con i propri veicoli. Si attendono, dunque, misure adeguate per uno dei tratti più critici dell’arteria di Napoli Est.

© RIPRODUZIONE RISERVATA