CORONAVIRUS

Covid a Napoli Est, positivo consigliere municipale: uffici chiusi e servizi fermi

Giovedì 15 Ottobre 2020 di Alessandro Bottone

Un consigliere della VI municipalità del Comune di Napoli è risultato positivo al Covid-19. La sede municipale di via Atripaldi a San Giovanni a Teduccio, nella zona orientale della città, è stata chiusa in attesa della sanificazione. Chiusi anche gli uffici dei servizi demografici.

Nella serata di ieri il consigliere Stefano Marzatico (Forza Italia) ha comunicato agli uffici della municipalità di Napoli Est (Barra, Ponticelli, San Giovanni a Teduccio) la propria positività al coronavirus dopo essersi sottoposto al tampone molecolare naso-faringeo. Marzatico specifica che il suo ultimo accesso alla sede municipale di San Giovanni a Teduccio è avvenuto mercoledì 7 ottobre per partecipare a una seduta di commissione. Proprio in quelle ore è venuto a conoscenza della positività al virus di un conoscente insieme al quale ha partecipato a una riunione svolta il venerdì precedente, ovvero il 2 ottobre. Nonostante l'assenza di sintomi Marzatico ha deciso di sottoporsi immediatamente al test e ieri ne ha ricevuto l'esito. Ora, quindi, è in quarantena per i prossimi dieci giorni, così come da protocollo.

LEGGI ANCHE Covid in Vaticano, ora anche il Papa si sposta con la mascherina

«Ho ritenuto necessario pubblicare un post sulla mia positività in quanto ritengo necessario avvisare pubblicamente chiunque abbia avuto contatti con me e metterli in allerta» spiega Stefano Marzatico, consigliere municipale e avvocato. «Bisogna spezzare la catena dei contagi che ogni giorno si nutre di ignoranza e silenzi. In questi giorni ho assistito a scene da girone dantesco e ho compreso che molti nascondono la loro positività per non restare chiusi in casa».

Video

Le riunioni delle commissioni municipali sono, dunque, state “congelate”, ovvero sospese. Chiusi anche gli uffici dei servizi demografici di via Atripaldi mentre restano accessibili quelli nelle sedi di Barra e Ponticelli. Lo spiega il presidente della VI municipalità Salvatore Boggia che, insieme al direttore dell'ente di prossimità, è in contatto con l'amministrazione centrale così da capire come procedere.

L'intervento di pulizia e sanificazione dovrebbe essere svolto nelle prossime ore, probabilmente già nella giornata di venerdì 16 ottobre. Boggia spiega che l'ufficio di presidenza ha comunicato a tutti i consiglieri la presenza di un caso positivo tra i membri del consiglio e che, dunque, risulta per loro necessario sottoporsi al test così da accertarne l'eventuale positività. Ad essere entrato in contatto con la persona contagiata è anche un dipendente comunale che svolge la funzione di segretario nel corso delle riunioni di commissione durante le quali sia i consiglieri che i dipendenti sono tenuti ad indossare la mascherina e a mantenere l'opportuna distanza: una circostanza sempre rispettata, come specificano il consigliere Marzatico e il presidente Boggia.

In queste ore si sta cercando di "ricostruire" i contatti avvenuti nella sede municipale così da agevolare il lavoro dell'autorità sanitaria ed evitare una catena di contagi.​ L'esito dei test sarà determinante per scongiurare la chiusura della sede di San Giovanni anche per i prossimi giorni.

Ultimo aggiornamento: 14:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA