Napoli, la festa horror in chiesa con l’impiccata sull’altare

di Paolo Barbuto

3
  • 1870
«Salite con noi sul patibolo, ci divertiremo», l’invito è ammiccante e non mente. Dentro la chiesa di San Gennaro all’Olmo quella sera c’è una donna che viene impiccata nell’ambito di una rappresentazione teatrale e l’impiccagione avviene in alto, sul coro che domina l’altare cinquecentesco. La navata è piena di gente, molti indossano maschere da streghe, mostri, demoni perché è la notte di Halloween. A un lato della chiesa un angolo ristoro con due barman che distribuiscono alcolici a pagamento, alla parte opposta la postazione dove due dj promettono musica e divertimento.

L’evento s’è svolto dieci giorni fa, le foto della notte di baldoria in una chiesa che la Curia ha affidato a una Fondazione, però hanno iniziato a diffondersi da un paio di giorni, pubblicate sulla pagina Facebook degli organizzatori. Lo scandalo è scoppiato alla vista di quelle foto che, però, non troverete più perché ieri sono state rimosse, così come tutti i riferimenti al party.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerdì 9 Novembre 2018, 22:56 - Ultimo aggiornamento: 10 Novembre, 08:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2018-11-12 11:53:06
Silvio751, a prescindere che non sono un estimatore di Halloween, in quanto non è una festa che ci appartiene, o per lo meno non appartiene più all'europa da parecchi secoli! Prima di esporre presunte testimonianze credendo ciecamente a qualsivoglia bestialità leggi in rete, magari se approfondisci gli studi sulla festa di halloween capiresti che con quello che hai scritto non c'entra nulla!
2018-11-10 22:00:30
Leggete con attenzione: la testimonianza vera (in rete) di Wilson Lopèz di Manizales in Colombia, sacerdote di Satana uscito dalla setta ed ora gira il mondo per far comprendere l'orrore delle sette sataniche. Egli afferma, e nessuno più di lui lo può sapere, che halloween è il Capodanno del "Tempo dell'oscurità" e "la più importante festa di tutte le sette sataniche", come chiarisce anche Anton La Vey (1930-1997) fondatore della chiesa di satana. Oggi Wilson avverte i genitori del mondo intero del pericolo di questo "gioco di mascherarsi" la vigilia di Halloween, cosa che sembra essere tanto innocente. Anche se i bambini non hanno cattive intenzioni, è certo che reca loro del male. "Promettete ai vostri figli un regalo in più per il Santo Natale, ma non fateli partecipare a halloween. Piuttosto vestiamoli secondo il loro santo protettore, essendo la festa di tutti i santi. E poi non dimentichiamo di persone che sono morte dallo spavento di questi travestimenti da horror. In questi giorni alcuni criminali usano mascherarsi per compiere furti e delitti; i bulli si organizzano in gruppi per seminare paura e compiere atti vandalici. E' inquietante sapere che quelli che facevano parte della setta satanica in cui era caduto Wilson, si sono suicidati, a questo porta il satanismo.
2018-11-10 21:59:16
Vergogna. La curia dovrebbe tenere aperte le chiese per il culto e affidarle a volontari di provata fede che permetterebbero a tante persone, anche anziane residenti nelle vicinanze delle cappelle di poter pregare e recitare il rosario e nelle occasioni più solenni di poter celebrare la messa.

QUICKMAP