Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Figlio uccide la madre con 30 coltellate a Napoli, il perdono del papà: «Ti voglio bene, ti aspetterò per sempre»

Venerdì 17 Giugno 2022
Figlio uccide la madre con 30 coltellate a Napoli, il perdono del papà: «Ti voglio bene, ti aspetterò per sempre»

Uccide la madre dopo il «no» all'utilizzo della playstation. Una tragedia enorme che si è consumata in una tranquilla famiglia napoletana. «Non volevo ucciderla, noi eravamo felici», sono queste le parole del matricida dopo l'arrivo nel centro di prima accoglienza dei Colli Aminei. 

Nel tardo pomeriggio del 15 giugno gli agenti sono intervenuti a seguito della segnalazione di una persona ferita che chiedeva aiuto dal balcone di un'abitazione. I poliziotti hanno trovato al primo piano dello palazzo un giovane in forte stato di agitazione e con le mani sporche di sangue che ai poliziotti ha raccontato che la madre si era ferita con un coltello. Per entrare nell'appartamento si è reso necessario l'intervento dei vigili del fuoco: i poliziotti durante l'ispezione in casa hanno trovato, riversa sul letto della sua camera, la donna priva di vita

 

Gli investigatori hanno poi accertato che era stato il giovane, poco prima, ad accoltellarla ripetutamente al culmine di una lite. Un'apparente felicità strappata via, anche al marito oggi vedovo e padre del ragazzo, il quale, sotto choc, ha comunque mostrato tutta la sua umanità e tutto il suo amore: «Dite a mio figlio che gli voglio bene, sono pronto ad aspettarlo per sempre». È questo il messaggio che l'uomo ha affidato agli avvocati Criscuolo e Ambrosino.

Il gip di Napoli ha ora disposto la custodia cautelare, presso l'istituto penale minorile nei confronti del 17enne.

Video

Ultimo aggiornamento: 18 Giugno, 00:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA