Un «fiore per la pace» al consolato Usa ​di Napoli: «Basta guerre»

Sabato 11 Gennaio 2020 di Oscar De Simone

Bandiere, cartelli, cori ed un “fiore per la pace”. Si sono presentati così questa mattina, cittadini e manifestanti all’esterno del consolato americano in Piazza della Repubblica, per dire “no” alla guerra. Una iniziativa, organizzata dai Verdi di Napoli per sensibilizzare popolazione ed istituzioni rispetto alle tensioni tra Stati Uniti ed Iran
 


«Abbiamo portato i fiori - afferma Marco Gaudini - perché sono simbolo di pace e purezza. Un emblema di serenità che speriamo possa tornare presto anche a livello internazionale. In questo momento c’è bisogno di dialogo e confronto tra queste due nazioni. Paesi che devono pensare prima di tutto al bene del proprio popolo e poi a quello del mondo. Farsi la guerra non fa bene a nessuno e genererebbe solo distruzione».

Proprio per questo, i manifestanti hanno deciso di intonare cori e slogan, prima di distribuire fiori tra i passanti. «Il nostro è un gesto di solidarietà - conclude Gaudini - perché non abbiamo altri mezzi per dialogare con la gente. Solo avvicinando le persone si possono scambiare idee e trovare soluzioni. Speriamo che anche i governanti possano incontrarsi e stringersi la mano, nell’interesse di tutti e contro ogni forma di violenza».

Ultimo aggiornamento: 13:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA