Napoli, manifestano contro il carovita, la guerra e per l'ambiente: esponenti Fridays for Future «lotta climatica e giustizia sociale»

Napoli, manifestano contro il carovita, la guerra e per l'ambiente: esponenti Fridays for Future «lotta climatica e giustizia sociale»
Lunedì 31 Ottobre 2022, 15:05
3 Minuti di Lettura

«Insorgiamo!» Questo lo slogan, il grido con il quale si riuniranno, il prossimo 5 novembre a Napoli, delegazioni provenienti da tutt'Italia contro la guerra, il carovita, il precariato e a difesa dell'ambiente.

«Ospiteremo a Napoli un'altra tappa di 'Insorgiamò a sostegno della lotta per un salario ed un lavoro socialmente necessario che coniughi i bisogni sociali delle nostre città con l'urgenza di un salario garantito per campare: messa in sicurezza dei territori, bonifiche, potenziamento dei servizi sociali» ha dichiarato Eduardo Sorge del Movimento di lotta disoccupati 7 Novembre durante una conferenza stampa di presentazione avvenuta all'esterno di uno sportello dell'Eni a Napoli.

«La lotta climatica non può prescindere da quella per la giustizia sociale. Siamo al sud Italia, in una delle città più povere d'Europa, qui precarietà e assenza di prospettive si mescolano agli effetti della crisi climatica, del biocidio in un mix letale che devasta le vite dei territori e di chi li abita, adesso basta» ha spiegato Michela Spina, portavoce nazionale Fridays For Future Italia, intervenuto alla conferenza Convergiamo ed insorgiamo.

Alla conferenza stampa si è collegato anche un portavoce del consiglio di fabbrica ex Gkn di Firenze che aderisce all'iniziativa. «Così come accade a Napoli anche noi stiamo lottando per il lavoro. Percorriamo a ritroso la via che tanti noi hanno fatto emigrando, per andare a dire che noi siamo la classe dirigente di questo paese. Che siamo in grado di porre fine a disoccupazione e miseria. E che siamo una sola famiglia allargata». 

Video

© RIPRODUZIONE RISERVATA