Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Napoli choc: gabbiano in picchiata afferra un cagnolino e lo porta via

Martedì 19 Luglio 2022
Napoli choc: gabbiano in picchiata afferra un cagnolino e lo porta via

Altro che "povero gabbiano", come recita una canzone di Gianni Celeste degli anni Ottanta tornata di moda negli ultimi tempi grazie ai social. Oggi questi volatili, specialmente in città, sono diventati sempre più aggressivi e pericolosi, come testimonia un drammatico episodio avvenuto nei giorni scorsi nel bosco di Capodimonte. Un gabbiano ha infatti  ha afferrato e portato via, sotto gli occhi esterrefatti della proprietaria e dei presenti, un cucciolo di Pinscher Nano. Un volo in picchiata, poi un colpo di becco ed eccolo volare via col cagnolino libero dal guinzaglio.

A denunciare l'accaduto è stato Carlo Restaino, consigliere della III Municipalità Stella-San Carlo all’Arena (Europa Verde). «Questi uccelli - ha spiegato Restaino al Corriere della Sera - sono attratti in città dai rifiuti. Ecco perché le loro prede preferite sono gatti, specie di piccola taglia, e topi: sono animali che si aggirano molto spesso tra i rifiuti. L’unica cosa che posso consigliareè quella di tenere i cani di piccola taglia al guinzaglio anche lì dove potrebbero restare liberamente sciolti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA